Come proteggere gli occhi del cane dal sole

Guida Guida

L’esposizione alla luce solare può causare problemi alla vista dei cani. Scopri come proteggere gli occhi del tuo amico

Abbiamo visto che i cani sono molto più sensibili di noi agli effetti deleteri per gli occhi della radiazione solare, con danni che possono essere permanenti se non si accorge in tempo e si interviene con la cura adeguata.

Ma come fare per prevenire un'oculopatia da irraggiamento nel nostro amico?

Il sole può danneggiare le strutture dell’occhio e quindi la vista

L'occhio è un organo molto delicato e deve essere sempre protetto. Le palpebre e il film lacrimale offrono una prima difesa nei confronti dell'ambiente esterno.

Tuttavia, quando gli occhi sono aperti, il film lacrimale da solo non riesce a schermare l'occhio dalle radiazioni solari e da quella ultravioletta (UV) in particolare, tanto che alcune strutture quali la cornea e la congiuntiva, possono venirne irritate avviando la risposta infiammatoria locale.

Il problema è sentito soprattutto d’estate, quando il sole è nel momento di massima vicinanza alla Terra perché le radiazioni ci arrivano alla loro massima intensità.

Durante la bella stagione, inoltre, si fa più vita all’aria aperta che espone gli occhi anche ad altri agenti fisici irritanti come il vento, le polveri, i pulviscoli e la sabbia.

Alcune razze sono più a rischio

Oltre a questi fattori scatenanti che possono agire in egual modo su tutti i cani, esistono anche predisposizioni individuali a sviluppare un problema oculare da eccessiva esposizione alla radiazione solare.

Il pastore tedesco, è una delle razze che risultano più sensibili ai danni da radiazione solare insieme al pastore Belga, ai Greyhounds e agli incroci di questi, soprattutto se vivono in montagna, al di sopra dei 1200 metri, o se sono impiegati come cani da valanga.

Alcuni esemplari possono sviluppare addirittura una condizione patologica particolare detta cheratite superficiale cronica o panno corneale che si pensa avere un meccanismo immuno-mediato scatenato dalla radiazione.

Si tratta di un'oculopatia cronica progressiva che colpisce la congiuntiva e la cornea e se non trattata in tempo può causare un deficit visivo grave e irreversibile.

Come prevenire i problemi oculari da raggi nei cani

Nei soggetti predisposti per appartenenza di razza o ad alto rischio perché più esposti a radiazioni luminose (cani d’alta montagna, cani da sport e da lavoro in acqua o nella neve), conviene correre ai ripari prima che insorgano problemi. 

  • Cercate di limitare le ore di permanenza del cane in luoghi molto assolati o in presenza di superfici riflettenti
  • Utilizzate gli occhiali da sole per cani se il vostro li sopporta, soprattutto in montagna se il cane
  • Chiedete al vostro veterinario se è caso di usare lenti a contatto per cani con filtro UV. Vanno controllate e pulite periodicamente, ma in alcune condizioni patologiche sono utilissime
  • In alternativa esistono anche colliri con azione di filtro. Ma anche in questo caso è meglio chiedere al proprio veterinario prima di infilare qualunque cosa negli occhi del vostro cane

Photo credits © Nikolai Tsvetkov - Fotolia.com

Quanti guai per il sole

In estate il sole a picco e l’afa possono causare rispettivamente colpi di sole e di calore agli animali. Tieni il tuo amico all’ombra in un posto fresco e ventilato e assicuragli sempre acqua in abbondanza da bere.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI