Cani e gatti sempre più assicurati

Notizia Notizia

Quello dei prodotti assicurativi per chi vive con un animale domestico è un mercato che vale ben 532 milioni di euro. 

Cani e gatti sempre più assicurati

Secondo le stime più recenti ben il 55% della popolazione italiana condivide la propria vita con un amico a quattro zampe, sia che si tratti di un cane o di un gatto: visto che nelle case degli italiani cani e gatti sono sempre più numerosi si è pensato di creare polizze assicurative ad hoc.

Dall’analisi di questo particolare mercato emerge che nel nostro paese ci sono potenzialmente 14 milioni di soggetti assicurabili e addirittura oltre 532 sono i milioni di euro riservati alla sola copertura di responsabilità civile.

Ma quali sono i fattori che spingono un proprietario di animale domestico a sottoscrivere un’assicurazione per il proprio pet? Principalmente lo fa per l'età e la razza dell'animale.

Ad esempio, assicurare una cane appartenente a una razza non considerata a rischio costa circa 40 euro nel primo anno e 76 euro dal secondo anno in poi. Mentre assicurare un cane appartenente a una razza classificata a rischio può costare fino al 60% in più.

Sono considerate razze a rischio il Rottweiler, il Pitbull e il Dogo argentino ma ci sono altre varianti che spingono le compagnie assicurative a considerare rischiosi alcuni tipi di cani o gatti.

Un altro fattore che determina il costo assicurativo di un pet è soprattutto l’età: animali molto giovani, cioè che hanno meno di sei mesi, o anziani cioè che superano i 10 anni, godono di sconti importanti rispetto ad animali che hanno superato i sei mesi ma hanno meno di dieci anni.

Assicurare un cane che ha un’età compresa fra questi estremi costa quasi il doppio che assicurare un cucciolo o un vecchino.

C’è però anche da dire che alcune compagnie assicurative non permettono l’assicurazione di un animale se ha più di otto anni a meno che non sia già cliente da almeno 24 mesi: in tal caso si possono stipulare contratti di rinnovo.

La copertura assicurativa per la responsabilità civile di cani e gatti non copre solo i danni che questi possono causare a terze persone o loro proprietà, ma copre anche la salute dell'animale.

Da questa copertura sono esclusi però casi specifici come infortuni o malattie legate all’ utilizzo dell’animale nella caccia o nei combattimenti clandestini oppure al suo impiego professionale come nel caso dei cani poliziotto o da soccorso.

E’ possibile inoltre stipulare una polizza apposita in vista di un viaggio per poter usufruire di benefici come le visite veterinarie in altri Paesi o per godere di un servizio di assistenza che informa della disponibilità di strutture pet friendly nel luogo dove si effettua la vacanza.

Foto © bodza2 - Fotolia.com
 

Assicurazione non valida

Se viene accertato che un animale viene maltrattato dal proprietario la copertura assicurativa non è valida. La copertura non è neppure valida se un cane non è iscritto all'anagrafe canina.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI