titolo

Come tenere pulito un coniglio disabile

Guida Guida

Hai un coniglio disabile? Dovrai provvedere personalmente alla sua igiene per prevenire possibili infezioni e irritazioni. 

Come tenere pulito un coniglio disabile

Di solito i conigli pensano a pulirsi in totale autonomia leccandosi per diverse ore zampine, orecchie, musetto e pelo. Quando però il coniglietto soffre di una disabilità spetta al proprietario intervenire per mantenere pulite le sue parti intime e prevenire così possibili infezioni.

E’ consigliabile evitare il bagnetto in acqua perché il coniglio soffre molto quando viene lavato: si tratta di un momento molto stressante che può risultare rischioso per la sua salute.

Per questo motivo è preferibile procedere con altri metodi di pulizia ricorrendo, ad esempio, al’uso di salviettine umide oppure facendo un bagno secco.

Le salviettine igieniche umide sono un metodo veloce per pulire il pelo del coniglio da residui di feci e urina: è meglio privilegiare le salviette igieniche ipoallergeniche, senza profumo, senza alcool e magari con l’aggiunta di aloe e vitamina E per non irritare la pelle del coniglio.

Altrimenti si può provare ad effettuare un bagno a secco a base di amido di mais per rimuovere lo sporco e soprattutto le feci, che rimangono attaccate al pelo. La polvere va applicata con cura sulle zone sporche in modo da evitare che il coniglio la inali.

Poi, con un paio di guanti e un panno morbido e asciutto, si strofina delicatamente il pelo e la pelle e, successivamente, con una spazzola si può procedere a togliere i residui rimasti.

Un’altra soluzione è quella di effettuare un bagno localizzato nelle parti intime, soprattutto quando il coniglio è zuppo di urina e di feci liquide e oltretutto presenta la pelle arrossata a causa della pipì.

L’ideale sarebbe usare una piccola vasca obliqua contenente uno strato basso d’acqua: in questo modo si possono lavare il sedere e le zampe posteriori del coniglio senza doverlo immergere per intero.

Si deve usare poi un detergente neutro, preferibilmente biologico e, dopo un accurato risciacquo, si procede ad asciugare l’animale tamponandolo con un asciugamano asciutto o usando un phon a bassa temperatura tenuto a distanza di almeno 20 cm per non scottare la pelle.

Foto attualita.tuttogratis.it

Bagni e conigli

Tieni presente che un coniglio bagnato si ammala facilmente per cui il bagno in acqua va fatto solo se strettamente necessario: soprattutto non si devono mai bagnare la testa, il viso o l’interno delle orecchie di un coniglio.
 

Animali e cuccioli
SEGUICI