In arrivo l'obbligo di cartella clinica veterinaria

Guida Guida

Contro la malasanità animale è stata presentata una proposta di legge che introduce l'obbligo di cartella clinica per rendere tracciabile l’operato del veterinario. 

Ci sono voluti molti anni dalla morte della cagnolina Panna per presentare una prima arma contro la malasanità che coinvolge i nostri amici a quattro zampe.

La battaglia di Daniela Ballestra, presidente di Arca 2000 onlus diritti dell'animale malato, per Panna,  deceduta nel 2002 per un' infezione all'utero scambiata per colica epatica, ha portato alla presentazione di una proposta di legge che introduce l'obbligo di redigere una cartella clinica anche per gli animali d’affezione.

Moltissimi sono i casi di malasanità ai danni degli animali d’affezione, come quello accaduto a Lea la cagnolina di Roberto Marchi, rimasta vittima anni fa di un intervento chirurgico doloroso e inutile all’utero. Addirittura per convincere il signor Marchi della necessità dell’operazione, venne mostrata la foto dell’utero di un altro cane.

Dopo la morte del suo cane il signor Marchi iniziò ad inviare a oltre 2.500 professionisti veterinari delle email per spiegare l’accaduto e rivolgere alcune domande, come per esempio se venisse compilata una cartella clinica per ogni animale sottoposto ad intervento.

Ottenendo risposte negative in tal senso è partita l’idea di rendere obbligatoria, la tracciabilità dell’operato dei veterinari, compresi consenso informato e refertazione

Se la proposta di legge passerà, si potranno impugnare documenti idonei a ottenere soddisfazione in sede giudiziaria e i veterinari, quando sbagliano, dovranno assumersi le proprie responsabilità.

Arca2000 ha affiancato Roberto Marchi nella sua battaglia: quest’associazione è attiva da anni proprio contro tali abusi. Insieme hanno deciso di dedicare il 4 febbraio, anniversario della morte della piccola Lea, alla lotta contro la malasanità animale.

La proposta di legge n.1482 "Legge quadro e delega al Governo per la codificazione della legislazione in materia di tutela degli animali", è stata presentata lo scorso 14 maggio 2014: si tratta di disegno complessivo, provvisto di norme più evolute, che prende in esame la tutela del benessere degli animali.

Foto © Andres Rodriguez - Fotolia.com

Le petizioni

Per supportare la discussione e la rapida approvazione della proposta di legge n.1482 si possono sottoscrivere due petizioni: la prima per la proposta di legge e la seconda per riaprire il caso di Lea.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI