A Rio de Janeiro tornano le scimmie urlatrici

Guida Guida

Dopo 100 anni tornano a popolare Rio de Janeiro le scimmie urlatrici, una specie importante per l'ecosistema della metropoli brasiliana. 

Le scimmie urlatrici sono state assenti da Rio de Janeiro per 100 lunghissimi anni ma ora, grazie a un programma per la salvaguardia della specie attuato dall'Università della metropoli brasiliana, sono ritornate.

L’area interessata dal ripopolamento delle scimmie è quella del Parco nazionale di Tijuca, una vastissima foresta pluviale cittadina che negli anni ha visto la scomparsa di molte specie a causa del rapido sviluppo industriale e di fenomeni come l'inquinamento e la deforestazione.

Le scimmie urlatrici sono ritenute importanti per l'ecosistema della zona perché i loro escrementi rendono il terreno più fertile

Questi animali, anche chiamati Alouatta, emettono un verso inconfondibile: dispongono infatti di un osso alla radice della lingua, conformato in modo tale da emettere ruggiti e grugniti che vengono amplificati dalla laringe ingrossata, udibili fino ad oltre 5 km di distanza. Fernando Fernandez dell'Università di Rio de Janeiro paragona le loro urla al rumore di un incendio boschivo tanto è forte e assordante questo suono.

Questi animali di dimensioni medio-grandi che vanno dai 56 ai 92 cm e che pesano al massimo 11 chili, vivono nelle foreste pluviali dell'America Centrale e meridionale, dal Messico meridionale all'Argentina del nord: il solo Brasile ospita la metà delle specie conosciute.

Il programma di educazione, salvaguardia e reimmissione nell'ecosistema naturale di queste scimmie è solo all’inizio: per ripopolare la foresta è stato costituito un gruppo di scimmie tenendole per un po' in cattività e poi sono state rilasciate nei 4000 ettari di foresta.

Poiché avevano imparato a stare insieme sono rimaste unite: il rischio era che si disperdessero evitando quindi di riprodursi. Ma ciò non è successo.

Foto angolodellamicizia.forumfree.it

Animali sociali

Le scimmie urlatrici sono animali sociali che vivono in gruppi che contano fino ad oltre 25 individui: di solito il gruppo si riduce ad un harem di femmine con un unico maschio.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI