In Africa ogni anno vengono uccisi 30.000 elefanti

Guida Guida

Il bracconaggio non dà tregua nonostante gli sforzi internazionali: ogni anno vengono uccisi in Africa oltre 30.000 elefanti. 

Ogni giorno in Africa vengono uccisi 70 elefanti per le zanne e ogni settimana muoiono 20 rinoceronti per il loro corno. Il bracconaggio non sembra arrestarsi nonostante gli impegni internazionali e il ritmo delle uccisioni è così elevato da diventare un reale rischio per la sopravvivenza di queste meravigliose specie.

Corni di rinoceronte, zanne di elefante e pelli di grandi felini alimentano un giro d'affari illecito valutato in oltre 23 miliardi di dollari all'anno.

Visti gli scarsi risultati raggiunti finora, a metà gennaio si è tenuto a Ginevra un vertice internazionale per mettere a fuoco le politiche di contrasto al bracconaggio.

Il Comitato permanente della Convenzione sul commercio internazionale delle specie minacciate di estinzione (Cites) è tornato a riunirsi per affrontare soprattutto l'emergenza elefanti: in Africa ne sono rimasti 470mila esemplari mentre nel 1900 la popolazione di pachidermi era stimata tra i 3 e i 5 milioni.

Ogni anno vengono uccisi circa 30mila gli elefanti africani per impossessarsi delle zanne d’avorio il cui valore, sul mercato nero, arriva a 3mila dollari al chilogrammo.

Durante il vertice sono stati presi in esame i progressi nell'attuare i piani d'azione nazionali sull'avorio da parte delle 19 nazioni coinvolte nei traffici illegali: alcuni Paesi come la Thailandia hanno fatto progressi significativi, ma altri come Nigeria, Angola, Laos, Tanzania e Zimbabwe non hanno fatto abbastanza.

In particolare la Tanzania ha fatto davvero poco se si pensa che il 60% della popolazione di elefanti è stato sterminato in 5 anni, per non parlare poi dello Zimbabwe, dove gli elefanti muoiono a decine, avvelenati con il cianuro.

Inoltre in Sudafrica, dove sopravvive il 90% delle popolazioni di elefanti africani, le uccisioni hanno superato i 1000 esemplari per il terzo anno consecutivo.

Foto © mrisv - Fotolia.com

Corno di rinoceronte

In Africa la situazione è pessima anche per i rinoceronti, il cui corno è così richiesto sul mercato asiatico da raggiungere i 120mila dollari al chilo.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI