L’Unione europea e la tutela di elefanti e rinoceronti

Guida Guida

L'esecutivo Ue vara un piano per frenare i traffici che stanno portando all'estinzione elefanti e rinoceronti. 

La Commissione europea, lo scorso febbraio, ha varato un piano d'azione che prevede forti restrizioni alle regole di import ed export riguardanti il traffico illegale d'avorio, i corni di rinoceronti, il pellame, i legnami protetti, le piante e gli animali selvatici a rischio estinzione.

Nel 2014 sono stati oltre 20mila gli elefanti e 1.200 i rinoceronti uccisi dai bracconieri: un declino inarrestabile che prosegue sotto gli occhi di tutti

Dopo anni in cui si stavano finalmente recuperando le loro popolazioni, elefanti e rinoceronti sono oggi purtroppo nuovamente in calo.

Questo traffico non solo minaccia la sopravvivenza di specie come i rinoceronti e gli elefanti ma alimenta anche la corruzione, provocando vittime umane e privando le comunità più povere di fonti indispensabili di reddito.

Costituisce insomma una reale minaccia per la sicurezza dell’Africa centrale, anche perché le milizie e i gruppi terroristici finanziano parte delle proprie attività proprio con questo traffico.

L'Ue è pronta a lavorare per combattere il traffico di specie protette che alimenta un mercato illegale stimato fra gli 8 e 20 miliardi di euro l'anno

L’impegno dell’esecutivo Ue, oltre che dalla consapevolezza che queste attività criminali stanno portando all’estinzione specie protette come elefanti e rinoceronti, nasce anche dal fatto che l’Europa rappresenta l'origine, la meta e il punto di transito di un commercio fuorilegge.

Il piano d’azione comprende 32 iniziative che l’Unione europea e i suoi Stati membri dovranno realizzare entro il 2020

I punti chiave del piano d'azione Ue sono sostanzialmente tre: prevenire il traffico, ridurre la domanda e offerta di merce illegale e aumentare il rispetto delle regole tramite una maggior collaborazione tra Stati.

In particolare verranno prese misure di sospensione dell'export di prodotti in avorio dall'Ue e verranno applicate regole per combattere le reti criminali tramite una maggiore cooperazione fra 28 Paesi.

Foto © fishcat007 - Fotolia.com

Donazioni europee

In quanto maggiore donatore a livello internazionale, l’Ue sostiene iniziative di conservazione in Africa con 700 milioni di euro per il periodo 2014-2020.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Animali e cuccioli
SEGUICI