Valle Spluga, dalla terra alla tavola: tutto sulla lavorazione della carne

Guida Guida

Tutto sulla lavorazione del Galletto Vallespluga, un prodotto che diventa fiore all'occhiello dlela produzione made in Italy di carne bianca

Cura al dettaglio, delicatezza nei sapori e una tenerezza che si scioglie in bocca: sono queste le qualità che Valle Spluga mette nei piatti di tutti coloro che decidono di portare sulle propria tavola l'ormai celebre Galletto, fiore all’occhiello di un’azienda che ha fatto di questo prodotto la punta di diamante di una lavorazione completamente made in Italy.

Tutto il sapore della carne bianca, tutti i benefici delle proteine nobili, tutto il gusto di un prodotto mai grasso e sempre fresco per un'azienda italiana che mette al primo posto la qualità

Ma come viene prodotto il Galletto Vallespluga? Come viene allevato il pollame e qual è il percorso che quest’ultimo fa per arrivare quotidianamente sulle nostre tavole? Grandi spazi, condizioni ambientali ottimali e mangimi di origine vegetale sono le parole d'ordine per un'azienda leader di settore, un'azienda che cura ogni processo della produzione della carne, gestendo direttamente le distinte fasi che vanno a comporre l'intera filiera produttiva.

Fase 1: la riproduzione, l'incubatoio e la nascita dei pulcini

Gli allevamenti dei riproduttori, gestiti direttamente da Valle Spluga, sono il luogo in cui le galline ovaiole, allevate libere e a terra, depongono le uova dalle quali nasceranno i pulcini destinati a diventare Galletti. Una volta fecondate e deposte, le uova vengono delicatamente trasportate nell’incubatoio dove, trascorsi 21 giorni, i pulcini vedono finalmente la luce.

Fase 2: quando il pulcino diventa Galletto: l'allevamento

Dopo la schiusa delle uova, i pulcini vengono trasportati con cura nei centri destinati all’allevamento. Allevati a terra, i pulcini scorrazzano in grandi spazi e, in perfette condizioni ambientali, usufruendo dell'acqua e dell'aria di montagna, ovvero il luogo in cui sono stati costruiti tutti i centri di allevamento Valle Spluga. Nutriti con mangimi totalmente vegetali a base di granoturco e soia, i pulcini crescono fino a raggiungere il classico peso del Galletto.

Fase 3: la lavorazione del Galletto e la distribuzione

Lo stabilimento di Gordona, in provincia di Sondrio, è il centro unico di lavorazione delle carni Valle Spluga. E' qui che, raggiunto il peso desiderato, i galletti vengono trasportati così da essere trasformati in prodotto finito. La trasformazione, che passa attraverso una fase di lavorazione, asciugatura e raffreddamento ad aria, rifinitura e per la linea surgelato, surgelazione, termina con il confezionamento.

L’intero processo mostra una cura al dettaglio unica: tutte le fasi (distribuzione compresa) vengono gestite direttamente da Valle Spluga cosicché il prodotto possa arrivare freschissimo nei banchi di tutti i punti vendita e nei più rinomati ristoranti italiani.

Foto © branex - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI