Come fare una spesa salutare: pane,pasta e riso

Guida Guida

Anche il pane, la pasta, e altri prodotti possono nascondere delle insidie per la nostra salute. Impariamo a curare la salute anche quando facciamo la spesa.

Come abbiamo già visto, la nostra salute si cura soprattutto attraverso quello che mangiamo.

Fare la spesa con attenzione è quindi il miglior modo per restare in salute. Dopo aver visto la frutta e la verdura, (trovate la scheda qui) vediamo quali altri prodotti possono nascondere delle insidie per il nostro benessere.

Ecco alcuni consigli su come fare una spesa salutare di pane, pasta, riso.

Il pane

Da qualche anno i panificatori artigianali si battono per poter ottenere sul mercato la giusta distinzione tra il pane che loro producono e quello di provenienza industriale.

La differenza fondamentale tra il pane artigianale e il pane industriale sta nel metodo di preparazione, ma anche nella qualità degli ingredienti.

Un pane di qualità cioè piu' salutare è un pane:

  • fatto con farina di qualità
  • preparato con lievito naturale
  • fatto lievitare senza utilizzare gli acceleratori
  • non contiene conservanti
  • utilizza, quando è il caso, a seconda del tipo, olio d'oliva e non di semi o altro tipo di grassi

Dal punto di vista organolettico, il buon pane non si presenta gommoso e schiacciato, ma 'sfogato' come si dice, cioè con una lievitazione compiuta e una buona cottura.

Un buon pane deve potersi conservare per 2 o 3 giorni senza perdere le sue qualità.

La cosa importante è che sia confezionato in una busta di carta e non nella plastica. Spesso infatti nei pani che troviamo in vendita nei supermercati, il pane prodotto nei forni (per lo piu' industriali), viene confezionato ancora caldo in involucri di plastica che lo rendono immediatamente gommoso perchè trattengono all'interno l'umidità.

Pasta e riso

La pasta e il riso possono essere nocivi per la nostra salute se la materia prima con cui sono preparati non è di ottima qualità.

Quando non sono nocivi, se la materia prima è di scarsa qualità, anche il prodotto finale lo sarà perdendo il suo valore nutritivo.

Spesso sono proprio il grano e il riso raccolti, a contenere pesticidi e sostanze chimiche che non vengono del tutto eliminate con la lavorazione.

Quando acquistiamo pasta e riso facciamo attenzione:

  • all'aspetto esteriore: la pasta deve essere integra, senza variazioni di grana o di colore
  • che la pasta non abbia puntini bianchi o di altro colore nella trama. (sono segni di impurità della sfoglia)
  • che siano conservati in confezioni ben chiuse, integre e pulite
  • che all'interno della confezione non siano presenti sfarinamenti o piccoli insettini
  • che i chicchi di riso siano sani, integri, senza striature, puntini, cedimenti di amido, spezzettamenti
  • verificate la provenienza e il luogo di produzione sull'etichetta

Se vi è possibile, anche per il riso e la pasta, preferite i prodotti certificati biologici.

Le stesse accortezze valgono anche per le paste senza glutine e i prodotti destinati ai celiaci.

Un'ultima raccomandazione, riguardo alla conservazione del pane.

Una volta a casa, mantenetelo in una busta di carta, eventualmente avvolta in una di stoffa o di plastica.

Se volete congelare il pane

  • preparate delle porzioni e avvolgetele in buste ben chiuse, in modo che nel freezer siano protette e separate.
  • Evitate una busta unica.
  • Quando è il momento di utilizzarlo non lasciatelo fuori del freezer a scongelare a temperatura ambiente ma scongelatelo nel microonde o nel forno.

photo credit: Juan Antonio Capó via photopin cc

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI