Come scegliere un ottimo prosecco

Guida Guida

Tra i più amati compagni di aperitivo il Prosecco va scelto con cura. Consigli e dritte per scegliere un ottimo Prosecco.

Scegliere un ottimo Prosecco non è cosa da sottovalutare perchè quando si sceglie un vino la qualità deve essere al primo posto.

  • Il Prosecco è un vino DOC prodotto in Italia in due regioni: Veneto e Friuli ed in breve tempo è divenuto più apprezzato e venduto dello Champagne

In generale il Prosecco è un vino fresco, frizzante, prodotto sulla base di uve Glera, eventualmente mescolate con una piccola frazione di altre uve specifiche della zona. Si accompagna molto bene a pesce, antipasti di verdure, formaggi e dessert.

Nonostante la produzione di Prosecco sia iniziata molti secoli fa, per un certo tempo era stata abbandonata per poi essere recuperata nel corso degli anni '90.

  • E' stato proprio in questi ultimi 20 anni che il Prosecco è arrivato ad ottenere il marchio DOC e, per quello prodotto nella zona di Valdobbiadene, in provincia di Treviso, il marchio DOCG (Denominazione di Origine Controllata e Garantita)

Il marchio DOCG è molto significativo perchè ci indica che quel vino è di pregio e che fa parte dei DOC da più di 5 anni

I vini certificati DOCG seguono regole produttive particolarmente restrittive e sono sottoposti a rigidi controlli. Per capire l'importanza di questo marchio basta pensare che sono soltanto 70 le etichette di Prosecco certificate col marchio DOCG.

Tra queste particolarmente importante è la produzione La Tordera, un'azienda vitivinicola del Conegliano Valdobbiadene, a conduzione familiare, che da quasi 100 anni produce Prosecco.

Il prosecco La Tordera è certamente un esempio di altissima qualità.

  • Bassissimo contenuto di solfiti grazie ad un esclusivo metodo di produzione
  • Raccolta manuale di uve coltivate nei terreni dell'azienda nel cuore dell'area di Valdobbiadene e immediata trasformazione
  • Particolare attenzione alla conservazione del vino e alla riduzione dell'impatto ambientale ottenendo la certificazione CasaClima

La Tordera produce diverse tipologie di Prosecco, ognuna delle quali è pensata per un abbinamento e/o un gusto specifico con livelli alcolici e di zuccheri diversi. Ognuno ha un nome di battesimo che nella maggior parte dei casi indica la localizzazione dei vigneti dell'azienda da cui sono raccolte le uve.

  • Il Cartizze Dry, top di gamma
  • Il Tittoni millesimato Dry
  • Il Serrai Extra Dry
  • Il Brunei Brut
  • Il Saomì

A cui si aggiungono prodotti dedicati all'aperitivo, come l'Alnè, o a tutte le occasioni come il Jelmas e il Frizzante Spago

Tra le produzioni più recenti il Gabry Rosé, il cui nome ed etichetta sono dedicate a Gabriella Vettoretti, attuale responsabile commerciale e amministrativa dell'azienda di famiglia. Una donna solare ed energetica che segue con grande impegno l'attività, soprattutto per gli aspetti legati alla qualità, al rispetto ambientale e all'innovazione al servizio della tradizione.

  • Tra tutti questi vini da segnalare il Cartizze Limited Edition 2015, ovvero il Superiore di Cartizze Valdobbiadene Prosecco, che La Tordera ha prodotto in versione magnum con una bellissima etichetta d'autore.

Un prosecco di livello veramente eccellente, da scegliere per celebrare un evento importante ma anche per bere all'insegna della qualità.

Pochi solfiti nessun mal di testa

Quando un vino ha pochissimi solfiti ci regala il piacere di bere senza spiacevoli conseguenze come mal di testa e stordimento

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI