Come preparare il Bloody Mary

Guida Guida

Gustare un Bloody Mary può essere anche un modo alcolico per consumare un cocktail antinfluenzale. Dedicato alla famosa Maria la sanguinaria, il Bloody Mary è un concentrato di vitamina C e spezie. Sapete prepararlo?

  • DifficoltàDifficoltà: facile
  • CostoCosto: medio
  • CategoriaCategoria: Bevande e cocktail
  • PorzioniPorzioni: 1
  • Tempo preparazioneTempo preparazione: 5 min
  • Tempo totaleTempo totale: 5 min
  • Vegetarianovegetariana

Il Bloody Mary, come suggerisce il nome è un cocktail dal colore rosso intenso e torbido, chissà perchè dedicato alla famosa Mary Tudor, ovvero la regina inglese Maria I, passata alla storia con il soprannome di Maria la sanguinaria (the bloody Mary, appunto).

Il Bloody Mary fa parte della grande famiglia dei long drink e anche se, come spesso accade, non è ancora certo chi fu il suo inventore, quello che è sicuro è che è un cocktail molto diffuso e apprezzato, in tutto il mondo da quando, intorno agli anni 60, si diffuse con la sua composizione e nome ufficiale.

Il Bloody Mary si serve in bicchieri alti tipo highball e si può decorare con una fettina di limone oppure un ciuffo di sedano

 

Ingredienti:
  • 4,5 parti di Vodka
  • 9 parti di succo di pomodoro
  • 1,5 parte di succo di limone
  • Salsa Worchester 2 gocce
  • Salsa Tabasco q.b.
  • sale e pepe q.b.
  • fettine di limone o cuori di sedano per decorare

Preparazione:

  • Versare nel bicchiere le salse, una presa di sale, poi il succo di pomodoro, il succo di limone e infine la Vodka.
  • Girare delicatamente con uno bastoncino, terminare con una spruzzata di pepe macinato al momento.
  • Decorare e servire

Vuoi un'altra ricetta contro l'influenza? La trovi qui: rimedi naturali contro l'influenza

Foto: Sanctu-Flickr

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Cucina e ricette
SEGUICI