Come creare un portariviste di cartone

Guida Guida

Avete bisogno di un portariviste ma non volete favorire lo spreco di risorse? Realizzatelo con le vostre mani e usando un materiale di recupero come il cartone!

Se vi avanza del cartone e avete voglia di mettervi in gioco, creando un oggetto di uso comune con le vostre mani, provate con qualcosa di utile: un portariviste di cartone da posizionare in salotto, in camera da letto o in bagno.

Il tutorial è semplice e in questo modo recupereremo degli oggetti che andrebbero gettati nella spazzatura: si sa che quando non si può recuperare è sempre meglio differenziare, ma il riuso offre un'opportunità in più ad un oggetto o materiale che non andrà ad incidere sul bilancio energetico globale.

Cosa ci occorre per iniziare? Prendiamo tre scatoloni di cartone a base quadrata di media grandezza e dotiamoci di colla a presa rapida, guanti da lavoro, un cutter, nastro adesivo possibilmente colorato, forbici, un pennarello e una squadra.

Per lavorare a questo progetto serve un po' di tempo, ma il risultato vi stupirà perché il portariviste non sembrerà un oggetto fatto in casa.

Anche nel design contemporaneo si stanno diffondendo oggetti in cartone, per la loro versatilità, la possibilità che offrono di cambiare il look della nostra casa senza spendere troppo e per le ridotte spese di produzione, oltre alla sensibilità ambientale che sanno comunicare.

Passo dopo passo, creiamo un portariviste "home-made"

Prima di tutto bisogna creare i moduli interni del portariviste, ritagliando un quadrato di 30 cm di lato dal cartone e conservando i ritagli. Successivamente si andrà a segnare su ciascun lato del quadrato dei segni a 5 cm dal bordo esterno, per delimitare gli angoli, e si uniranno questi punti. Sui due lati opposti bisogna poi tracciare un segmento di 2 cm sul lato interno del quadrato e segnare il centro del cartone. La stessa cosa va fatta sul perimetro esterno, misurando un cm di distanza. I due segmenti vanno infine uniti con due linee verticali da un cm ciascuna. In questo modo dovremmo avere ottenuto un rettangolo delle dimensioni di 1 cm x 2 cm.

A questo punto bisogna ritagliare gli angoli del quadrato, per ottenere l'effetto smussato finale del portariviste. Con il cutter bisogna ritagliare anche tutto il perimetro del quadrato interno e i rettangoli più piccoli ed eliminare il cartone interno. Useremeo la prima sagoma ottenuta come modello per ritagliarne altre dieci della stessa forma.

Con i ritagli di cartone avanzati dobbiamo ricavare quattro rettangoli 20 cm x 15 cm e altri quattro rettangoli 22 cm x 15 cm. I quadrati precedentemente realizzati vanno uniti tra loro a coppie, possibilmente utilizzando nastri adesivi di colori diversi; i quattro rettangoli più grandi vanno uniti tutti insieme e coperti interamente di nastro adesivo colorato, mentre quelli più piccoli si uniscono a coppie.

Ora è il momento dell'assemblaggio del portariviste: i cinque moduli ottenuti si inseriscono nel pezzo largo 22 cm in modo regolare, mantenendo la stessa distanza tra l'uno e l'altro, e si fissano i pezzi rettangolari larghi 20 cm sopra la struttura così ottenuta. La stessa cosa va ripetuta per la parte inferiore del portariviste e alla fine si fissa il tutto con altro nastro adesivo colorato.

Alternative creative

Se l'effetto con il nastro adesivo non vi soddisfa, si può pensare di decorare il portariviste con la tecnica del decoupage, per creare un effetto ancora più personale e trovare uno stile il più possibile vicino a quello del resto della nostra casa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI