Pulizia ecologica: come pulire bagno e cucina

Guida Guida

Economista ambientale
Mariagrazia De Castro

La cucina e il bagno necessitano di pulizie profonde e devono essere igienizzati frequentemente. Scopri come pulire cucina e bagno nel modo più ecologico.  

La cucina è la stanza più frequentata della casa, dove tutti passano e si fermano durante la giornata. La stanza dove si prepara da mangiare e dove si sporca di più.
Il bagno, invece, è la stanza della casa dove tutti i membri della famiglia curano la propria igiene e dove possono annidarsi sporco e batteri.

Il bagno e la cucina, quindi, richiedono attenzione da parte della padrona di casa: sono i due ambienti che devono essere sempre puliti ed igienici e che devono essere lavati anche più volte al giorno.

La stanza da bagno, con i suoi numerosi apparecchi sanitari, richiede una scrupolosa ed accurata manutenzione. In essa infatti i familiari compiono ogni giorno la loro pulizia personale, praticano il bagno quotidiano, completano la loro toletta prima di recarsi al lavoro o all’ufficio”.
Elisabetta Randi, L’economia domestica, 1956

Per mantenere pulite le nostre cucine e i nostri bagni usiamo troppi detersivi che hanno un fortissimo impatto sull’ambiente. L’uso indiscriminato di prodotti chimici provoca un aumento delle malattie respiratorie ed allergiche. Per tenere puliti i nostri ambienti, anche quelli che si sporcano di più non sono indispensabili i detersivi e quindi, per il bene della natura ma anche per la nostra salute dovremmo impararne a fare a meno.

Pulire ecologicamente significa aver bisogno di poche cose.

Vediamo come:
Come prendersi cura in modo ecologico del bagno e della cucina?

In bagno:

  • Pulire i mobiletti all’interno con una spugna imbevuta di aceto puro. Risciacquare ed asciugare
  • Il calcare dai rubinetti può essere rimosso con aceto che può essere spazzolato intorno alla base con uno spazzolino da denti vecchio
  • La tenda della doccia può essere messa a bagno in acqua e sale per prevenire le muffe
  • Nel Wc le incrostazioni possono essere rimosse con lo scopino intinto di aceto e sfregando sulle pareti del bicarbonato
  • I tappi e i beccucci smontabili possono essere messi ammollo in acqua e aceto per rimuovere il calcare

In cucina:

  • Le piastrelle vanno lavate con una soluzione di acqua calda e aceto di mele spruzzata direttamente sulla parete e poi risciacquata;
  • La cappa va sgrassata con una soluzione di acqua calda, aceto e poche gocce di detersivo per i piatti;
  • I cattivi odori di frittura possono essere allontanati bollendo qualche buccia di limone o di arancio;
  • Con la stessa soluzione usata per la cappa si possono lavare i mobiletti anche all’interno;
  • Sul fondo del bidone dell’umido si possono mettere delle scaglie di Sapone di Marsiglia che allontana insetti e mantiene un buon odore.

Prendersi cura della propria casa con soluzioni totalmente green è possibile.

Foto © diego cervo - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI