Spaceclearing ad impatto zero: come avere una casa pulita ed armonica

Guida Guida

Economista ambientale
Mariagrazia De Castro

Fare le pulizie di casa in modo sostenibile significa anche liberarsi di ciò che non utilizziamo. Scopri come funziona lo spaceclearing con l’esperta di ecologia.  

Lo spaceclearing è una tecnica che prende ispirazione dalle tecniche orientali del Feng Shui e si basa sul principio che se la casa è pulita, armonica ed equilibrata ci sentiamo bene anche noi.

Questo equilibrio si raggiunge liberandosi di cose inutili che ingolfano la nostra casa ed il nostro animo, le cose vecchie, le cose legate ai cattivi ricordi che ci mettono malumore.

Allo stesso modo, le cose che amiamo, i ricordi dei viaggi o dei nostri cari che non ci sono più, devono essere adeguatamente valorizzate perché rendono la nostra casa – e quindi noi – più equilibrati.

Con lo spaceclearing possiamo contribuire a dare un significativo impulso al nostro modo di essere ecologici.

Ecco qualche idea per uno spaceclearing ad impatto zero:

  1. Non buttare nell’immondizia le cose che non servono più, ma portare gli oggetti, se sono in buono stato nei mercatini del baratto e dell’usato o affidarli ai rigattieri o ancora alle associazioni del volontariato. Gli oggetti che a noi sembrano superflui, possono essere molto utili per altre persone.
  2. Liberandovi del superfluo approfittate per non far entrare più in casa vostra prodotti inquinanti e tossici come ad esempio detergenti chimici, imballaggi di plastica. Approfittate dello spaceclearing per adottare un nuovo modello di consumo, più critico e sostenibile.
  3. Spaceclearing significa, in qualche modo anche cambio di stagione: svuotando armadi e cassettiere fate una cernita. Mettete gli indumenti scartati in un sacco e dateli in beneficenza. Alcuni capi possono essere riutilizzati semplicemente mandandoli in tintoria.
  4. Lo spaceclearing coinvolge anche il frigorifero? Sì perché quanta roba inutile si nasconde nei frigoriferi? Vasetti di marmellata aperti da molti mesi, insalata ammuffita, formaggio scaduto. Tutto questo spreco di cibo non va bene: razionalizzate i pasti. Inoltre tenere il cibo ammassato fa consumare molta più energia. Programmate la spesa alimentare secondo le esigenze della famiglia.
  5. Soprammobili di ogni tipo riempiono all’inverosimile i piani dei nostri mobili. Oltretutto per pulirli a volte si usano detergenti troppo aggressivi ed inquinanti. Facciamo una cernita e lasciamo i soprammobili di valore eliminando il ciarpame. Per pulirli basta una miscela di acqua calda e qualche goccia di detersivo per i piatti. Anche i fiori artificiali, se ne avete, possono essere puliti in modo ecologico: immersi in acqua tiepida in cui avrete sciolto qualche goccia di shampoo e poi appesi allo stendibiancheria.
  6. Buttate riviste vecchie e rovinate, regalate alle biblioteche delle parrocchie i libri che non leggete più, portate i giornali già letti negli ospizi per anziani: il resto deve essere adeguatamente spolverato. Per conservare i libri mettere tra le pagine qualche foglia di alloro per evitare che i pesciolini d’argento mangino la carta.
  7. Svuotate la cantina e poi dopo aver buttato le cose inutili organizzate le scaffalature: da un lato le scorte di cibo e dall’altro l’attrezzatura da giardino. Lasciare sugli scaffali delle scatole di bicarbonato aperte in modo che quest’ultimo assorba l’umidità.

Insomma, un po' di buona volontà e con lo spaceclearing la casa si trasforma nella dimora ecologica perfetta.

Foto © fuzzbones - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI