Come comportarsi dopo un terremoto

Guida Guida

Come ci si deve comportare dopo un terremoto? Ecco la guida per prepararsi ad un evento naturale e aiutare gli altri.

I terremoti, in un Paese sismico come l'Italia, sono purtroppo una realtà, che naturalmente spaventa anche alla luce degli ultimi tragici avvenimenti.

Il fenomeno del terremoto è imprevedibile, ma possiamo prepararci al meglio per gestire il momento dell'emergenza ed essere pronti in caso di necessità, anche per assistere le persone più deboli, ad esempio bambini ed anziani.

Subito dopo una scossa di terremoto le persone si riversano per le strade: questo atteggiamento è corretto, ma occorre sottolineare che è necessario allontanarsi dai palazzi per evitare la caduta di parti della costruzione o più semplicemente di vasi di fiori ed altri oggetti decorativi. In caso di terremoto, consigliate anche ai vicini di casa di fare lo stesso, mantenendo la calma e spiegando le ragioni del vostro invito.

Sempre in relazione con gli altri, è importante assicurarsi sulle condizioni fisiche e psicologiche delle persone attorno a noi, per offrire un supporto oppure chiamare i soccorsi in caso di necessità.

Come gestire l'emergenza terremoto dopo una scossa importante

Se ci troviamo con persone ferite gravemente, non facciamo l'errore di provare a spostarle poiché gli spostamenti effettuati da non addetti al soccorso potrebbero creare più danni delle ferite stesse, in presenza di fratture o traumi importanti. Chiamare tempestivamente un aiuto ufficiale, attraverso il 118 e il 113 è l'azione migliore che possiamo fare, i soccorritori valuteranno la priorità degli interventi e arriveranno quanto prima.

In caso di gravi eventi sismici potremmo trovarci di fronte a macerie e crolli: anche in questo caso se non siamo dei soccorritori professionisti il contributo più importante che possiamo dare è chiamare aiuto e non cercare di entrare nei palazzi crollati.

Se nei giorni precedenti abbiamo sentito lievi scosse, potremmo sentirci più tranquilli allestendo un piccolo kit per una fuga notturna in caso di terremoto. Basta uno zainetto con al suo interno una felpa per coprirci, una pila, il telefono cellulare e le scarpe. Meglio indossare scarpe o almeno le ciabatte prima di fuggire, perché potremmo trovare calcinacci sulla nostra strada.

Per ulteriori informazioni consulta il sito della Protezione Civile

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI