Sotto l'ombrellone insieme a Fido

Guida Guida

Come portare in vacanza Fido o Micio? Dove andare? Chi chiamare o a chi rivolgersi per ottenere informazioni sulle strutture? Un piccolo vademecum per portare in vacanza il nostro amico a quattro zampe.

Come portare in vacanza Fido o Micio? Dove andare? Chi chiamare o a chi rivolgersi per ottenere informazioni sulle strutture? Un piccolo vademecum per portare in vacanza il nostro amico a quattro zampe.

Cosa fare durante il viaggio?


- Portare il libretto sanitario dell'animale, alcuni giochi, il necessario per l'igiene, le ciotole e il cibo, eventuali farmaci suggeriti dal veterinario;
- non lasciare l'animale ore al sole, ad esempio in automobile;
-  specialmente se si ha un cane, prevedere diverse soste, per dargli da bere, da mangiare, consentirgli di fare i bisogni. Molte aree di sosta in autostrada si sono attrezzate con piazzole per i cani;
- in aereo: in cabina, evitare che disturbi gli altri passeggeri e non fargli mancare cibo e acqua; se viaggia in stiva, provvedere all’acquisto di una gabbia adeguata e, qualche giorno prima della partenza, abituarlo a viverla col minor disagio possibile. In caso di scalo non trascurare una “visita” di conforto;
- in nave/traghetto: evitare che sporchi e non fargli mai mancare cibo e acqua; in stiva canile/gattile, andare spesso a trovarlo per rassicurarlo e cercare di ridurre al minimo il disagio legato alla permanenza nel box.

Quanto costa viaggiare con l'animale domestico?


- nulla in automobile, occupa solo un posto sul sedile posteriore;
- il treno è gratuito per i cani di piccola taglia, i gatti ed altri piccoli animali domestici da compagnia in prima e in seconda classe. Per i cani di media e grossa taglia, invece, si paga un biglietto che costa la metà di quello del padrone e devono essere muniti di guinzaglio e museruola. Se si viaggia in cuccetta o vagone letto è richiesto l'acquisto dell'intero compartimento;
- sugli aerei dipende dal peso e dalla compagnia. Meglio allora controllare sempre sul sito di riferimento, in particolare se si tratta di un lowcost;
- sui traghetti dipende dalla compagnia e in quasi tutti i casi è richiesto il certificato delle vaccinazioni. Anche qui il suggerimento è di controllare il sito di riferimento;
- sulle navi da crociera gli animali domestici non sono ammessi.

Come scegliere eventualmente la pensione?


Il suggerimento è di visitare la struttura e verificare che i box siano spaziosi con una parte all'aperto e una coperta, riparata dalla pioggia. La pensione deve disporre di un veterinario.Per abituare il cane, è bene portarlo in pensione per periodi brevi prima della vacanza. Prima di partire, farlo visitare dal proprio veterinario, vaccinarlo, sottoporlo a un trattamento anitiparassitario preventivo. Ricordatevi di lasciare sempre un recapito telefonico, per essere raggiunti in caso di complicazioni e farsi rilasciare una ricevuta che attesti che il cane si trova in custodia presso la pensione. Infine, se possibile, sarebbe meglio incaricare un amico di recarsi saltuariamente a fare visita a sorpresa all’animale, per verificare le condizioni di mantenimento.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI