Come si preparano gli omogeneizzati in casa

Guida Guida

Come preparare ottimi omogeneizzati in casa, un modo per ridurre l'impatto ambientale dell'arrivo di un bambino a casa

Come si preparano gli omogeneizzati fatti in casa e perché dovremmo farlo per rispettare l'ambiente? L'arrivo di un bambino in una famiglia è un momento emozionante e pieno di cambiamenti.

Le necessità dei bambini più piccoli hanno fatto sì che nascessero prodotti specifici a loro dedicati, sempre più all'avanguardia, ma spesso molto inquinanti, per varie ragioni.

Abbiamo già parlato dell'alternativa green ai pannolini usa e getta, i pannolini riutilizzabili che si trovano ora abbastanza spesso nei negozi specializzati.

Anche per quel che riguarda gli omogeneizzati possiamo passare all'autoproduzione, totale o parziale, per ridurre gli sprechi. Perché gli omogeneizzati comprati "inquinano" più dell'autoproduzione?

Produrre omogeneizzati in casa: gusto e salute

Perché vengono prodotti e confezionati in modo industriale, chiaramente in contenitori usa e getta per la loro conservazione ottimale, e vengono trasportati da una parte all'altra del Paese o, a volte, anche dal resto dell'Europa.

Ecco perché fare gli omogeneizzati in casa è un modo per risparmiare soldi ed energia: una volta acquistati, i vasetti di vetro saranno riutilizzabili e per produrre nuovi omogeneizzati ci occorreranno solo nuovi tappi.

In alternativa potremo preparare omogeneizzati da riporre in freezer per la loro conservazione.

Alcuni consigli per la produzione di omogeneizzati in casa

Alcune linee guida utili ci serviranno per produrre omogeneizzati in casa con gusto e in sicurezza:

  • igiene assoluta: per ogni conserva e a maggior ragione per l'omogeneizzato, siamo molto scrupolosi per quel che riguarda l'igiene. I vasetti e i tappi non vanno solo lavati in acqua calda con detersivo, ma dobbiamo sterilizzarli in acqua bollente, avvolti in un panno per evitare che si rompano.
  • frutta e verdura di stagione e a chilometro zero: se vogliamo che i nostri omogeneizzati siano i migliori che il nostro bambino possa desiderare, usiamo solo frutta e verdura di stagione, senza dubbio più gustosi, e a chilometro zero per non impattare sull'ambiente.
  • prodotti biologici: il biologico non porta con sé la scia di prodotti chimici che invece vengono usati per i prodotti tradizionali; scegliamo di lasciare fuori la chimica dalla nostra cucina se in casa ci sono bambini.
  • non aggiungere sale: i bambini più piccoli dovrebbero evitarlo.
  • usare solo olio extra vergine di oliva: in alcuni prodotti industriali, l'olio usato è olio di semi; evitiamolo per i bambini, diamo loro solo il meglio!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI