Come si valuta la convenienza energetica di una fonte rinnovabile

Guida Guida

Fonti energetiche rinnovabili: quanto sono convenienti per noi e per l'ambiente?

Le fonti energetiche per la casa sono moltissime e se stiamo acquistando una casa dobbiamo prendere in considerazione le diverse fonti disponibili per risparmiare energia e denaro.

L'obiettivo di riferimento è la casa passiva, una casa che riesce ad essere autosufficiente in ogni momento dell'anno e con qualsiasi temperatura, perché è in grado di ottimizzare il calore che viene dall'esterno o prodotto dalle attività umane, senza alcuno spreco.

Non tutte le case possono essere passive, però possiamo avvicinarci a questo riferimento di risparmio energetico con una attenta scelta energetica. Una casa in vendita possiede una classe energetica di riferimento, che va presa in considerazione in fase di acquisto perché, se alta, ci farà risparmiare quotidianamente.

Fonti energetiche diverse, come scegliere al meglio?

La classe energetica è determinata da molti elementi, vediamone alcuni:

  • gli infissi, perché i doppi vetri e le vetrocamere fanno risparmiare moltissimo rispetto alle finestre vecchio stile;
  • il cappotto della casa che, se presente, riduce la dispersione di calore verso l'esterno e fa entrare meno freddo in inverno;
  • la tipologia di caldaia;
  • il tipo di riscaldamento, se a muro o a pavimento;
  • la presenza di pannelli solari o termici;
  • la presenza di sistemi per il recupero dell'acqua.

Una casa con una classe energetica elevata potrebbe costare un po' di più rispetto a un immobile con una classe energetica bassa, ma il risparmio inizierebbe da subito, con un taglio drastico alle bollette. Perciò facciamo la valutazione dell'ammortamento delle spese prima di scegliere una casa in classe energetica bassa.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI