Come è nato il movimento #salvaiciclisti e come aderire

Guida Guida

Il movimento #salvaiciclisti: come nasce e perché

Il movimento #salvaiciclisti è nato recentemente, ma ha contato in breve tempo un'ampia e partecipata adesione. Come è cresciuto questo movimento che promuove la sicurezza dei ciclisti, in particolare urbani?

L'idea italiana prende spunto dagli otto punti pubblicati dal New York Times per favorire una migliore convivenza tra ciclisti e automobili e salvaguardare i ciclisti urbani, che corrono moltissimi rischi ogni giorno nelle strade cittadini dominate dalle auto.

#salvaiciclisti in Italia

Gli otto punti riguardano la salute e la sicurezza dei ciclisti, ma per l'Italia necessitavano di essere declinati in modo diverso, per adattarli alla realtà del nostro Paese. Ecco quindi nascere i dieci punti italiani di #salvaiciclisti:

1. garantire l'applicazione a livello locale degli 8 punti del Manifesto del Times a livello comunale;

2. incrementare almeno del 5% annuo gli spostamenti urbani in bicicletta nei giorni feriali, favorendole con le opportune strategie;

3. contrastare il fenomeno del parcheggio selvaggio;

4. far rispettare i limiti di velocità stabiliti per legge e istituire da subito delle zone dove non è possibile superare i 30 km orari e zone residenziali nelle aree con alta concentrazione di pedoni e ciclisti;

5. realizzare, qualora mancante, un piano quadro sulla ciclabilità o Bici Plan;

6. monitorare e ridisegnare i tratti più pericolosi della città per la viabilità ciclistica di comune accordo con le associazioni locali;

7. redigere annualmente un documento pubblico sullo stato dell'arte nel proprio comune di competenza della viabilità ciclabile indicando i risultati dell'anno appena trascorso e gli obiettivi futuri;

8. dotare ogni strada di nuova costruzione o sottoposta ad interventi straordinari di manutenzione straordinari con un percorso ciclabile che garantisca il pieno comfort del ciclista;

9. promuovere una campagna di comunicazione per sensibilizzare tutti gli utenti della strada sulle tematiche della sicurezza;

10. dare il buon esempio recandosi al lavoro in bicicletta per infondere fiducia nei cittadini e per monitorare personalmente lo stato della ciclabilità nella sua città.

Dopo il lancio della campagna #salvaiciclisti, alcune città hanno già aderito ma il movimento ora auspica che il decalogo diventi legge. Alcuni dei punti del decalogo possono diventare parte della nostra quotidianità, quindi con la bella stagione tiriamo fuori le biciclette e invadiamo la città.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI