Come difendere i bambini dal caldo con metodi naturali

Guida Guida

Bambini e colpi di calore: come evitare che il caldo faccia male ai più piccoli solo con metodi naturali

Il caldo colpisce tutti e ci fa sentire senza forze, ma in particolare rende i bambini più sensibili ed irritabili. Inoltre i bambini sono più soggetti ai pericolosi colpi di calore, un problema non da poco e che può richiedere anche il ricovero nei casi più preoccupanti.

Difendere i bambini dal caldo deve diventare una priorità, ma è importante farlo nel modo giusto, evitando sbalzi di temperatura ancor più pericolosi.

E' giusto che il corpo di adatti al calore dell'ambiente ed è normale che anche i bambini abbiano caldo: un'azione da evitare sempre, ma soprattutto con i bambini, è la continua accensione del condizionatore, magari a temperature basse. L'esposizione all'aria troppo fredda può danneggiare ancora di più i bambini.

Se i bambini sono molto piccoli, nella loro camera non deve essere presente un condizionatore: questo si può trovare nella camera accanto ed essere acceso nei momenti di estremo calore esterno, ma mai a temperature sotto i 22° e mai rivolto direttamente verso il bambino.

Questa abitudine, rivolta alla salvaguardia della salute del bambino, contribuisce anche al benessere dell'ambiente e al risparmio energetico.

Metodi naturali contro il caldo, per i bambini

I bambini distratti dal gioco potrebbero non ricordarsi di bere a sufficienza: è nostro compito chiedere loro se hanno sete e proporre l'acqua periodicamente. L'acqua dei bambini non deve essere fredda, ma ottenuta miscelando acqua a temperatura ambiente e acqua dal frigorifero. Evitiamo bevande zuccherate e preferiamo, a colazione e a merenda, un bel succo di frutta biologico, magari fatto in casa.

Se la situazione è quasi insopportabile a causa del caldo, possiamo porre accanto al bambino (non neonato) che sta giocando o riposa una mattonella per la conservazione dei surgelati coperta da almeno tre strati di asciugamano, in grado di trasmettere il fresco senza danneggiare il piccolo.

E' meglio che i bambini escano di casa la mattina e nel tardo pomeriggio, restando all'ombra delle mura domestiche nelle ore centrali del giorno. Trovare rifugio in un parco può dare sollievo se questo avviene la mattina e contribuisce a creare nel bambino un positivo legame con la natura.

La prima difesa

Difendere il bambino dal caldo significa vestirlo adeguatamente, facendogli indossare sempre un cappello sotto al sole ed evitando le lunghe esposizioni.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI