Come spolverare senza inquinare

Guida Guida

Spolverare senza inquinare è possibile, grazie a rimedi naturali che puliscono rispettando le superfici

Prendersi cura della casa è un dovere, ma anche un piacere. Esistono molti modi per avere una casa pulita, alcuni dei quali ci permettono di rispettare l'ambiente.

Spolverare è un'attività che va svolta spesso, perché la polvere si deposita in poche ore sulle superfici. Quindi spolverare può essere un'attività potenzialmente molto dannosa per l'ambiente, perché viene svolta di frequente.

Casa pulita e spolverata in poche mosse ecosostenibili

Se usiamo prodotti aggressivi, questi si disperdono nell'ambiente e vanno a contaminare le acque. Ecco perché bisogna trovare alternative sostenibili per sploverare in casa.

Per spolverare superfici verniciate come mobili del salotto o della cucina è sufficiente un panno, realizzato con una vecchia maglietta di cotone, leggermente inumidito con acqua. L'umidità farà aderire la polvere al panno, quindi eviterà che si sollevi per poi ricadere.

Se le superfici da pulire non sono verniciate, ad esempio si tratta di paralumi di lampade oppure di legno grezzo, la soluzione è semplicemente l'aspirapolvere: un passaggio veloce e la polvere è sparita.

In situazioni di sporco più persistente, possiamo utilizzare acqua tiepida mista ad aceto, oppure detersivi biodegradabili al 100%. In questi casi è bene risciacquare con un panno leggeremente inumidito con acqua.

Se dopo avere spolverato, compaiono macchie appiccicose, ad esempio in cucina, procediamo con del succo di limone diluito in acqua calda e la macchia sparirà facilmente.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI