Mountain Wilderness, l’alpinismo sostenibile

Guida Guida

Mountain Wilderness è un'associazione etica e ambientalista che propone iniziative di alpinismo sostenibile contro il degrado delle montagne. 

Le iniziative proposte da Mountain Wilderness, contro il degrado delle montagne e per un alpinismo più ecocompatibile sono davvero molte.

Questa piccola associazione internazionale è stata la prima ad aver istituito alcune aree protette, come il Parco nazionale Gran Sasso-Laga, ad aver ottenuto l’abbattimento del ripetitore sull’Aiguille de Trelatete in Valle d’Aosta e ad aver reso possibile la chiusura al traffico di alcune valli e il divieto di praticare l’eliski sulla Marmolada.

Mountain Wilderness è un'associazione etica e ambientalista che promuove iniziative per sensibilizzare gli alpinisti a darsi da fare attivamente cercando cioè di non lasciare traccia del proprio passaggio durante le ascensioni e senza utilizzare le corde fisse che producono un tipo di inquinamento etico.

Mountain Wilderness si occupa anche di Environment Friendly Mountaineering, cioè corsi di alpinismo ecocompatibile dedicati ai giovani montanari delle zone asiatiche poco frequentate.

Si tratta di corsi che consentono di acquisire competenze tecniche, ecologiche ed etiche con le quali poi si possono poi proporre come guide di trekking, di alpinismo o portatori di alta quota specializzati in zone di montagna molto povere.

Ogni montagna ha problematiche proprie: ad esempio nelle Alpi vi è un'eccessiva commercializzazione degli spazi attraverso l’eliski mentre in Pakistan domina la paura dei talebani e del terrorismo integralista. A tal proposito l’associazione cerca di spingere il turismo alpinistico nell'alta valle di Hunza, abitata da popolazioni di religione ismaelita molto pacifiche.

Sulle Ande vengono invece proposte iniziative di carattere umanitario aiutando le popolazioni locali a costruire posti tappa all’interno dei villaggi per accogliere i turisti e mettendo segnavia di legno per indicare i percorsi trekking.

Sul versante francese delle Alpi Marittime ci sono impianti obsoleti funiviari e bellici che deturpano mentre sul K2 si assiste al problema del sovraffollamento e delle spedizioni commerciali.

foto © rcaucino - Fotolia.com

Cos’è l’eliski

L’eliski è la pratica dello sci fuoripista e del freeride attraverso l’uso dell’elicottero per la risalita. Tale pratica è altamente impattante sull'ambiente e provoca danni alla fauna selvatica oltre a favorire la formazione di valanghe.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI