Video guida sulla raccolta differenziata: carta

Video Video

Esperto di ecologia
Roberto Cavallo
Video guida sulla raccolta differenziata: carta. Segui i nostri pratici video consigli per scoprire come l’80% dei rifiuti possa essere riciclato attraverso una semplice organizzazione.

Hai bisogno di

  • rifiuti in carta
  • ecocestino in cartone
  • 1 sacco nero
  • 1 pattumiera forata con sacchetti biodegradabili (Mater-Bi)

Step by step

  1. Le riviste possono avere una copertina in carta come l’interno, oppure plastificata. Per riconoscere il tipo di materiale, praticare uno strappo: se la carta si lacera facilmente, si può gettare nel cestino del riciclo; in caso contrario significa che è avvolta da una pellicola di plastica. Bisognerà allora rimuovere la copertina e raccoglierla con i rifiuti indifferenziati, mentre la rivista potrà essere gettata nell’ecocestino in cartone.
  2. Gli imballaggi (scatole della pasta o del riso, del dentifricio, il cestino in cartone delle uova) potranno essere ripiegati per occupare meno posto prima di essere riposti nell’ecocestino.
  3. Alcuni imballaggi potranno suscitare dubbi perché non si è sicuri del materiale utilizzato: controllare se riportano il marchio Comieco (Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli Imballaggi a base Cellulosica) per stabilire in quale sacchetto dei rifiuti devono essere gettati.
  4. Il cartone della pizza da asporto è riciclabile in diversi modi. Quando è poco sporco si può ripulire la parte unta con un panno carta – che verrà poi gettato nell’umido – prima di introdurlo nell’ecocestino; se l’area dovesse essere molto sporca e impregnata, si può ritagliare e gettare nell’umido, separando così la parte più pulita che finirà nell’ecocestino.
  5. Ricordarsi che l’anima della carta igienica o del panno carta va messa nell’ecocestino.
  6. La carta vetro, la carta di caramella, gli scontrini in carta chimica, la carta carbone non sono tipi di carta da riciclo e vanno quindi gettati fra i rifiuti indifferenziati.
  7. Le buste commerciali con la finestra in plastica vanno separate: la parte di pura plastica verrà riposta nell’ecocestino, la parte plastificata nella spazzatura indifferenziata.
  8. Per i contenitori delle bevande (latte, succhi di frutta...) controllare il marchio riportato: se vi è la scritta CA significa che si tratta di carta e può essere riciclata; se hanno il marchio del Tetra Pack, è possibile, in base alle norme vigenti nel Comune di residenza, che non possano confluire nell’ecocestino. Controllare quindi le regole di differenziazione dei rifiuti del proprio Comune. Se presentano un tappo in plastica, bisogna rimuoverlo e gettarlo nel contenitore della plastica.
  9. Gli involucri che riportano il simbolo C/... sono dei poliaccoppiati e come tali non vanno inseriti nell’ecocestino ma fra gli indifferenziati.
CREDITS

Autore
Valentina Mele

Regia
Valentina Mele

Producer
Silvia Pezzulo

Interpreti
Roberto Cavallo

Operatori
Valentina Mele
Teo Youssoufian

Montaggio
Valentina Mele

Esperto
Roberto Cavallo, presidente cooperativa E.R.I.C.A.

In redazione
Burak Ortahamamcilar

Si ringrazia

Cooperativa E.R.I.C.A.
www.cooperica.it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI