Successo del car sharing: entro il 2020 previsti 12 milioni di utenti

Guida Guida

Sempre più soddisfazioni dal mondo della mobilità sostenibile: con il car sharing si raggiungeranno entro il 2020 i 12 milioni di utenti. 

Lo scorso settembre durante la Giornata europea dell'auto condivisa è stato presentato uno studio sul fenomeno del car sharing.

Si prevede che entro il 2020 gli utenti di questa tipologia di servizio saranno ben dodici milioni e il fatturato di affari a livello globale sfiorerà i 6,2 miliardi di euro

La Giornata europea del car sharing organizzata dal ministero dell'Ambiente, dal Comune di Roma e dalla Fondazione per lo sviluppo sostenibile è stata l’occasione per rendersi conto del successo inarrestabile di questo modello di mobilità sostenibile.

A confermarlo sono le reazioni dei mercati internazionali se si tiene conto ad esempio che nel 2013 la multinazionale dell'autonoleggio Avis ha speso qualcosa come 500 milioni di dollari per accaparrarsi Zipcar, leader del car sharing negli USA.

A Parigi invece grazie ad Autolib si è registrata una riduzione del parco auto privato equivalente a 22.500 macchine inoltre in ben 880 stazioni sono disponibili 2.500 veicoli al 100% elettrici.

Per quanto riguarda il nostro Paese, già dall’anno scorso, si è registrato un aumento nell’utilizzo dell'auto in condivisione

Le due società che gestiscono il car sharing in Italia, ovvero Car2Go (Mercedes) ed Enjoy (Eni, Fiat e Trenitalia), contano 200.000 iscritti e più di 2000 macchine in circolazione.

La rivoluzione dei mezzi in condivisione sta coinvolgendo anche, e soprattutto, il bike sharing: a Milano, il Comune in vista dell'Expo prevede di rinfoltire con altre 80 stazioni le 205 già esistenti e di aumentare di 1.000 unità le biciclette elettriche che ora contano la cifra di 3.500.

Secondo il presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile, Edo Ronchi, quello del car sharing è una formula win-win, cioè a costo zero per i Comuni e in grado di abbattere i costi delle famiglie che non sono più costrette ad usare la propria auto anche per compiere brevi tragitti.

Foto © Gerhard Seybert - Fotolia.com

Sharing economy

Il successo del car sharing è espressione di una nuova concezione economica che si potrebbe definire “sharing economy” e che può essere applicata a diversi servizi, non solo quelli legati alla mobilità, come ad esempio la rete wi-fi condominiale.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI