L’Everest è diventato una discarica

Guida Guida

La montagna più alta del mondo è sommersa da tonnellate di spazzatura: le autorità del Nepal annunciano sanzioni e provvedimenti per bloccare il degrado.  

Rifiuti ed escrementi stanno deturpando uno dei panorami più belli del mondo: il monte Everest. Tonnellate d’immondizia ricoprono il dorso della montagna al punto tale che si considera la vetta più alta del mondo una vera e propria discarica.

Per fronteggiare il problema il governo del Nepal, stufo di mandare gruppi di operatori a raccogliere rifiuti lasciati da chi si arrampica, ha affermato di voler applicare rigorosamente le sanzioni approvate un anno fa e finora mai applicate.

Si parla di multe che possono arrivare sino a 4000 dollari e che attendono tutti quegli gli alpinisti che non riporteranno, a testa, almeno 8 chili di rifiuti.

A partire dalla primavera si prevede che arriveranno in Nepal circa 300 scalatori che sotto la guida degli Sherpa locali scaleranno i sentieri ghiacciati dell'Everest. Mancando i servizi igienici gli alpinisti espletano i loro bisogni corporali all'aperto e così, negli anni, si sono accumulati escrementi in una quantità davvero insostenibile.

Secondo il Nepal Mountaineering Association il problema delle deiezioni umane è assai più grave degli altri rifiuti come le tende strappate, le bombole di ossigeno abbandonate, le scale rotte, le lattine e i contenitori abbandonati.

Questo dipende dal fatto che le deiezioni rimangono intatte nel ghiaccio per tutto l'inverno e poi, quando si sciolgono i ghiacciai nella stagione dell'arrampicata, vengono allo scoperto rilasciando un odore sgradevole. Oltretutto ciò rappresenta un pericolo per la salute di quanti bevono acqua dei fiumi alimentati dallo scioglimento dei ghiacciai.

E’ difficile fare un stima degli escrementi rimasti congelati sotto la neve ma si sa che dal 2008 le spedizioni di pulizia Eco-Everest, guidate ogni anno dalla Dawa Steven Sherpa, hanno portato al recupero di ben 15.000 chili di rifiuti.

Foto © blas - Fotolia.com

Campagna di sensibilizzazione

Per sensibilizzare l’opinione pubblica sul problema dell’inquinamento dell’Everest, nel 2012, gli artisti nepalesi hanno prodotto delle sculture con 1,5 tonnellate di rifiuti prelevati dalla montagna.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI