Ispra: l'Italia è troppo rumorosa

Guida Guida

Secondo l'Annuario dei dati ambientali dell'Ispra, il nostro Paese ha un livello di inquinamento acustico superiore al previsto. 

In Italia l'inquinamento acustico rappresenta ormai uno dei principali problemi ambientali: nel 2012 il 42,6% delle sorgenti di rumore ha superato almeno una volta il limite normativo.

Lo ha stabilito uno studio condotto dall'Ispra, l'Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale che ha di recente pubblicato l'Annuario dei dati ambientali.

I controlli sono stati effettuati su attività di servizio e commerciali, con ben il 57,7% delle sorgenti di rumore che ha superato il limite, seguite dalle attività produttive per cui la percentuale si è fermata al 31,5%

Questi dati si spiegano con il fatto che la classificazione acustica, che deve essere approvata dai comuni, al 31 dicembre 2012 esisteva solo nel 51% dei centri abitati italiani.

L’elemento di disturbo più segnalato dalla popolazione che risiede nelle vicinanze degli aeroporti è proprio il rumore come avviene per gli abitanti vicini all'aeroporto "G. B. Pastine" di Ciampino, compreso nel territorio di Roma, Ciampino e Marino. A seguito dell’aumento del numero di voli dovuti allo sviluppo delle compagnie low cost, dal 2008 l'Arpa Lazio ha installato una rete di stazioni di misura.

Il monitoraggio acustico eseguito nel 2012 ha permesso di riscontrare un Livello di Valutazione del rumore Aeroportuale superiore ai limiti in due postazioni di misura e livelli medi equivalenti superiori ai limiti in altre due postazioni. Inoltre sono stati riscontrati livelli superiori a 10 dB(A) del limite diurno relativo alla Classe I, ovvero 50 dB(A), presso due edifici scolastici.

Come se non bastasse oltre all'inquinamento acustico si devono fare i conti con l'inquinamento elettromagnetico: nel 2012, nel nostro Paese, erano presenti 6.094 impianti Stazioni radio base (Srb) e 11.382 impianti Radiotelevisivi (Rtv).

Purtroppo tra il 2011 e il 2012 si è verificato un aumento degli impianti Srb e della relativa potenza complessiva, pari rispettivamente al 10% e al 42%. I casi di superamento dei limiti di legge riguardo gli impianti Radiotelevisivi sono circa 7 volte superiori a quelli relativi agli impianti Stazione Radio Base.

Foto © Gelpi - Fotolia.com 

Comuni zonizzati

Le regioni con la percentuale di comuni zonizzati più elevata sono Marche e Toscana (97%), Valle d'Aosta (sale al 96%), Liguria (84%), Lombardia (83%), invece le regioni che registrano percentuali inferiori al 10% sono Abruzzo (7%), Sardegna (3%) e Sicilia (1%).
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Ecologia e ambiente
SEGUICI