Cosa far mangiare ai bambini al cambio di stagione

Guida Guida

Il cambio di stagione, è un momento delicato dell'anno. Possiamo aiutare i bambini a restare in salute e prepararsi ai rigori dell'inverno, scegliendo gli alimenti piu' adatti.

Il cambio di stagione, si sa, è un momento delicato dell'anno, anche per i bambini.

Le giornate iniziano ad accorciarsi e con esse le ore che si possono trascorrere al sole. Arrivano i primi freddi e con essi anche i primi raffreddori.

Il cambiamento di abitudini, il ritorno a scuola e agli impegni extrascolastici,  favorisce anche la diffusione di raffreddori e influenze tra bambini. Ma anche senza malanni, i bambini possono sentirsi piu' stanchi o svogliati.

Nel periodo del cambio di stagione è importante scegliere alimenti che forniscano un maggior apporto di energia, vitamine, minerali, che aiutino i bambini a prepararsi ai rigori dell'inverno e a sostenere la loro prodigiosa crescita.

Cambio di stagione, aiutare i bambini con l'alimentazione

Tra le vitamine :

Vitamina A: nel pesce, nelle uova, nel latte, negli spinaci

vitamina C: negli agrumi, nei pomodori, nei broccoli, cavolfiori, insalate, frutti di bosco

vitamine del Gruppo B: nei cereali, nel pesce, nelle carni, nelle banane, nella frutta secca, nel lievito di birra

vitamina D: nel fegato, nei funghi, nel latte, nel tuorlo dell'uovo

vitamina E: nell'olio d'oliva, nel germe di grano,nel fegato, nelle uova, nella frutta secca, negli asparagi, nell' avocado

 

Tra i minerali:

Calcio: contenuto in latte, yogurt, formaggio, verdure a foglia verde, fagioli, piselli, sardine, salmone, mandorle

Ferro: contenuto in  molluschi e pesce, carne rossa magra, fegato, soia, piselli, spinaci, molte verdure a foglia verde

Magnesio: contenuto nella frutta secca, in alcune spezie, nello yogurt

Potassio: contenuto in frutta e verdura fresche, patate, frutta secca, cereali, pesce, pollame

Zinco: contenuto in carne di manzo e di agnello, latte, formaggi, uova, pollame, crostacei, alici

Rame: contenuto nei funghi, nel cacao, nel lievito, nei legumi, nei germogli

 

E' bene ricordare che l'alimentazione dei bambini deve essere piu' variata possibile.

Per le quantità, facciamo riferimento alla piramide alimentare, realizzata dai nutrizionisti, in modo di evitare eccessi inutili di calorie, zuccheri e grassi.

I consigli dei nutrizionisti li trovate qui.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI