Come curare l'appendicite: la terapia degli antibiotici

Guida Guida

Ci sono parole che mettono sempre in ansia le mamme. Tra queste due in particolare: appendicite e bisturi. Ma c'è una grande novità dai ricercatori, l'appendicite si potrà curare anche senza il bisturi.

L'infiammazione dell'appendice vermiforme, cioè l'appendicite, è una patologia che preoccupa a qualsiasi età, ma che mette particolarmente in ansia le mamme.

L'appendicite è una forma di infiammazione e infezione localizzata nel tratto medio dell'intestino cieco, normalmente localizzata nella zona bassa dell'addome, verso destra. Soprattutto nei bambini non è facile da diagnosticare.

I suoi sintomi, infatti, possono essere scambiati con quelli di un qualsiasi mal di pancia o con quelli di un'indigestione.

Ma l'appendicite è molto insidiosa perchè degenera, molto velocemente, in infezioni gravi che possono essere mortali.

E' il caso ad esempio della peritonite, cioè della perforazione del tratto peritoneo dell'apparato gastro-intestinale, provocata dalla degenerazione dell'appendicite.

  • La peritonite ha un esito mortale molto rapido perchè l'infezione si diffonde nell'addome. L'unico intervento possibile è quello chirurgico che asporta completamente l'appendice.

Capita molto spesso che bambini o adulti vengano ricoverati ed operati d'urgenza per un'appendicite diagnosticata in ritardo o sottovalutata.

Dal punto di vista medico l'appendicite viene distinta in appendicite acuta e cronica. L'appendicite acuta in genere ha sintomi non particolarmente specifici:

  • mal di pancia, che può essere localizzato oppure diffuso
  • diarrea o stitichezza
  • febbre ma non molto alta

La diagnosi tempestiva dell'appendicite acuta è fondamentale soprattutto per evitare che degeneri.

Normalmente si interviene con il bisturi, per eliminare il problema alla fonte ma, secondo uno studio inglese, pubblicato recentemente sul British Medical Journal l'appendicite potrebbe essere curata in modo efficace anche con gli antibiotici, evitando il bisturi.

Va detto che chiaramente si parla di appendicite acuta senza complicazioni

I ricercatori del Nottingham Digestive Diseaeses Centre hanno analizzato i risultati di quattro studi clinici randomizzati su 900 pazienti adulti con diagnosi di appendicite acuta non complicata: 470 pazienti hanno ricevuto una terapia di antibiotici e 430 sono stati invece sottoposti a intervento chirurgico.

I risultati hanno mostrato che

  • nel 63% dei casi l'appendicite è stato guarita con l'utilizzo degli antibiotici.
  • Nel 31% dei casi l'utilizzo degli antibiotici ha ridotto le complicazioni.

In base a questi risultati i ricercatori hanno quindi concluso che  "il ruolo degli antibiotici nell'appendicite acuta non complicata e' stato trascurato, basandosi principalmente sulla tradizione piuttosto che sulle prove. Suggeriamo quindi di iniziare a considerare l'approccio farmacologico come una possibile alternativa di trattamento dell'appendicite acuta non complicata. Possibilita' che, ovviamente, va evitata in presenza di chiari segni di perforazione o di peritonite" .

Questi studi probabilmente apriranno delle possibilità terapeutiche alternative in futuro. Nel frattempo è importante ricordare che una corretta e tempestiva diagnosi dell'appendicite acuta,  resta fondamentale per intervenire in modo efficace e spesso anche salvare la vita.

Nel dubbio è consigliabile consultare un medico-chirurgo.

Per approfondire: www.ospedalebambinogesu.it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI