Diventare mamma: 5 cose da sapere sui gemelli

Guida Guida

È senza dubbio uno dei fenomeni più affascinanti che esistano: ecco allora tutto quello che c'è da sapere sulle nascite gemellari.

Due esseri umani uniti da un legame speciale che inizia quando ancora vivono nella pancia della mamma.

Quello della nascita di figli gemelli rappresenta da sempre un fenomeno affascinante, che è stato spesso al centro di studi e ricerche scientifiche.

Chi dei due viene considerato più grande? Perché alcuni sembrano identici ed altri invece si somigliano pochissimo?

Queste sono solo alcune delle domande frequenti che riguardano la vita dei gemelli.

Ecco allora 5 cose da sapere e qualche falso mito da sfatare!

1. Chi è il più grande?
In una coppia di gemelli non esiste uno più grande o più vecchio. Nei certificati dell'anagrafe risulta semplicemente l'ordine di nascita: si distingue dunque tra un primo nato, un secondo nato e così via, nel caso di gravidanze multiple.

2. Che differenza c'è tra gemelli omozigoti e eterozigoti?
Quelli omozigoti sono spesso quasi identici mentre gli eterozigoti possono somigliarsi o meno, come qualsiasi coppia di  fratelli. I gemelli omozigoti nascono dalla fecondazione di un solo ovulo che si divide poi in due embrioni: per questo motivo hanno lo stesso patrimonio genetico. Nel caso invece dei gemelli eterozigoti sono due ovuli a essere fecondati da due spermatozoi diversi.

3. Perché oggi le gravidanze gemellari sono molto più frequenti?
Il fenomeno è sicuramente riconducibile al ricorso a tecniche di fecondazione assistita. Spesso infatti la stimolazione ovarica femminile porta alla formazione di più ovuli che possono essere fecondati dando vita a gravidanze multiple.

4. I gemelli eterozigoti possono essere stati concepiti in momenti diversi?
Sì, può succedere che due ovuli vengano fecondati in momenti leggermente diversi, tuttavia non è possibile scoprire chi dei due gemelli è stato concepito per primo. La credenza secondo cui il primo a nascere è quello che è stato concepito per primo non ha quindi alcuna validità scientifica.

5. C'è una predisposizione genetica ad avere figli gemelli?
Gli studi effettuati non hanno ancora chiarito questo dilemma, tuttavia in linea di massima, si ritiene possa esserci una predisposizione genetica dati i casi frequenti in cui i parti gemellari si verificano all'interno di una stessa famiglia.

Foto © Veronika Galkina - Fotolia.com

 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI