Come scegliere le vacanze estive in gravidanza

Guida Guida

Vacanze estive col pancione: mare o montagna? Ecco qualche dritta e consiglio utile per scegliere la meta perfetta.

Come affrontare le agognate vacanze estive col pancione?

In gravidanza, si sa, i dubbi sono sempre molti: meglio restare a casa? Il mare fa bene? Meglio la montagna?  

Innanzitutto, è bene tenere a mente una premessa fondamentale: se la gravidanza procede bene e se la futura mamma è in salute e non ha particolari disturbi, anche in gravidanza è possibile scegliere la meta preferita per le vacanze.

Al mare o in montagna?

Entrambe le destinazioni sono idonee anche col pancione, naturalmente seguendo qualche piccola regola di benessere. Allo stesso modo, non ci sono particolari limitazioni ai mezzi di trasporto da scegliere: auto, treno, aereo, traghetto.

La cosa ideale è comunque scegliere una destinazione che la futura mamma ama e nella quale possa rilassarsi ma anche fare un po' di moto, utile in gravidanza.

Ecco qualche buona regola per vivere al meglio le vacanze estive col pancione.

  • Al mare, in montagna, in campagna o nelle città d'arte la raccomandazione è ovvia, ma fa bene ripeterla: durante la gravidanza evitiamo tutti gli sforzi eccessivi, gli sport e le attività pericolose, i cibi e le bevande proibiti, il sovraccarico di stanchezza.
  • Se la futura mamma è nei primi 3 mesi di gestazione, ovvero nel classico periodo della nausea, meglio evitare i viaggi lunghi in macchina, onde evitare di iniziare la vacanza con il malessere.
  • Se invece la gravidanza è verso il termine, il problema riguarda soprattutto la vicinanza di un ospedale al luogo di vacanza, nel caso in cui il bambino nascesse prima del previsto.
  • Ovviamente, soprattutto se la partenza è stabilita nel periodo più caldo dell'estate, meglio viaggiare nelle ore più fresche della giornata. 
  • Altrettanto utile è ricordarsi di portarsi delle scarpe comode e di vestirsi a strati per il viaggio. Nel caso di uno spostamento lungo, la posizione ferma e obbligata si sopporterà meglio.
  • Anche un piccolo cuscino per sostenere la schiena sul sedile dell'auto è un ottimo aiuto.
  • In qualsiasi caso prepariamo un'abbondante scorta di acqua e bevande e beviamo molto, in modo di combattere la disidratazione dovuta al viaggio e al calore.
  • Al mare, oltre a proteggere la pelle sempre e ripetutamente con le apposite creme solari protettive, meglio evitare l'esposizione nelle ore più calde e fare attenzione ad eventuali fonti di micosi, allergie o infezioni in spiaggia, in acqua,  come nei luoghi frequentati.
  • Anche in montagna sarà bene proteggere la pelle dal sole, così come la testa e gli occhi, e fare attenzione agli sbalzi di pressione dovuti ai cambi di altitudine.
  • Tra le destinazioni, inoltre, è meglio evitare le isole sperdute, i viaggi transoceanici se non indispensabili o i rifugi alpini nei ghiacciai.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI