Consigli sulla gravidanza: la ginnastica

Video Video
Guarda il video e scopri quali esercizi di ginnastica sono più adeguati per una donna in gravidanza, in modo da ritrovare il benessere.

A domanda... risposta

Sono incinta e tutti mi dicono di stare in assoluto riposo. È giusto?

In realtà una giusta ed equilibrata attività fisico-sportiva è consigliata durante tutto il periodo di gravidanza perché comporta diversi vantaggi e contribuisce alla sensazione di benessere.

Quali sono i benefici maggiori dell’attività fisica in gravidanza?
Importanti effetti si hanno sull’attività cardiovascolare, perché lo sport previene i problemi di circolazione tipici di questo stato: migliora la respirazione e, quindi, l’ossigenazione dei muscoli, tonificando il fisico e preparandolo per il parto. L’attività fisica, inoltre, aiuta a tenere sotto controllo il peso.
 
Quali attività fisiche sono consigliate?
Attività aerobiche di medio-basso impatto, come corse leggere in spazi aperti, passeggiate, oppure attività svolte in palestra, come corsi di stretching, ginnastica dolce, yoga. Molto indicato è il nuoto.

Quali attività sono da evitare?

Sconsigliati sono sicuramente gli sport da combattimento o in cui c’è il rischio di cadute e di subire colpi alla pancia. Le attività invece da evitare sono l’equitazione, le immersioni e le arrampicate, perché in questi sport la ragione pelvica viene sollecitata eccessivamente, con conseguenze rischiose.

E chi pratica da sempre uno sport?
Ciascuna donna, in base alle sue consuetudini sportive, potrà continuare a svolgere anche altri sport sotto il controllo del proprio ginecologo.

Se corro, anche molto piano, ho il fiatone già dopo dieci minuti. È normale?
Le attività fisiche, per esempio di tipo aerobico, non devono protrarsi oltre i 15 minuti. È, infatti, importante fermarsi e recuperare. Questo intervallo è comunque individuale: ciascuna donna deve prestare ascolto al proprio corpo, non sottovalutare mai la fatica, fermarsi quando necessario e prendersi i minuti di recupero. Per esempio, durante la corsa, se il fiatone non consente di parlare è il momento di fermarsi e riprendere fiato.

L’attività fisica sarà uguale per tutta la gravidanza?
Certamente no. Il carico di lavoro dovrà essere distribuito durante i nove mesi in base allo sviluppo del bambino e ai cambiamenti del proprio corpo. Per esempio, quando la pancia inizia ad assumere determinate misure, è bene evitare gli esercizi della parete addominale.

Devo per forza andare in palestra o uscire di casa?
Esistono tutta una gamma di esercizi molto utili che si possono svolgere comodamente a casa propria. Si tratta di esercizi che servono a rilassare il pavimento pelvico, aiutano ad allargare il bacino e ad allenare i muscoli che saranno maggiormente impegnati durante il parto.
 
Sono preoccupata: come farò a recuperare il mio peso forma dopo il parto?
Se durante la gravidanza si è svolta attività fisica non sarà così difficile recuperare la forma dopo il parto. Anche in questo periodo è consigliata inizialmente attività aerobica piuttosto blanda, per riabituare il proprio corpo gradualmente. Molto consigliati sono i corsi di ginnastica posturale e di ginnastica dolce. Dieci minuti di attività giornaliera, anche a casa, possono essere sufficienti come inizio.

CREDITS

Autore
Costanza Mason

Regia
Valeria Sanna
Valeria Spera

Producer
Valentina Mele
Michela Mozzanica

Interpreti
Laura Carusino
Luca Franchini
Vanessa Rossetti

Responsabile tecnico

Enrico Boccato

Operatori
Valeria Spera
Matteo Youssoufian

Montaggio
Valeria Spera

Esperto
Tiziana Fagnoni, personal trainer laureata Isef

Si ringrazia
Associazione Culturale
La Lunanuova
Via Settembrini, 3
20124 Milano
www.lalunanuova.it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI