In montagna con i bimbi: consigli per una vacanza serena

Guida Guida

La montagna può essere la meta ideale per le vacanze in famiglia: ecco allora qualche suggerimento per viverla al meglio con i bambini.

Distese verdi, aria buona e tante attività divertenti: la montagna può essere la meta ideale per delle vacanze in famiglia.

I vantaggi che la montagna può offrire ai piccoli, infatti, sono davvero molti: oltre a respirare un'aria decisamente più fresca e salubre, i bimbi possono contare su ampi spazi aperti in cui correre e giocare, scoprire da vicino tanti animali diversi e imparare l'importanza del rispetto per la natura.

Non solo, per i bambini affetti da asma allergica la montagna può rappresentare un vero e proprio toccasana perché gli acari, sopra una certa altitudine, sono molto meno concentrati.

Per un soggiorno sui monti a misura di bimbi, però, è necessario rispettare qualche piccola precauzione.

Per evitare di incappare in spiacevoli incidenti o brutte sorprese, ecco le regole cui prestare attenzione.

  1. Bagagli. Prima regola, partire con un equipaggiamento adeguato. E' bene ricordarsi dunque di mettere in valigia un abbigliamento "a strati" che consenta ai bambini di essere freschi durante il giorno, quando fa caldo, ma nello stesso tempo di coprirsi facilmente quando la temperatura scende. Naturalmente, d'obbligo una giacca impermeabile, uno zaino per le escursioni e un buon paio di scarpe da camminata che proteggano la caviglia.
  2. Protezione solare. Anche in montagna, come al mare, è neceassario difendere la pelle dei bambini con un adeguato filtro di protezione, da applicare la mattina prima di uscire e nel corso della giornata.
  3. Altitudini. Se ci sono bimbi molto piccoli, sotto l'anno di età, meglio evitare le altitudini oltre i 1500 metri che potrebbero rappresentare un pericolo per la loro salute. In ogni caso, è sempre bene evitare bruschi sbalzi di altitudine ecercare di salire in quota gradatamente, a piedi o in auto, limitando l'uso di funivie o altri impianti di risalita.
  4. Passeggiate. Prima di affrontare una camminata è bene reperire informazioni sul sentiero che si vuole intraprendere: per esempio se è  percorribile con il passeggino, se richiede attrezzature particolari o se è adatto a soli esperti. In ogni caso, specie con i bambini, è fondamentale prestare attenzione a non uscire mai dai percorsi contraddistinti da apposite segnalatiche onde evitare pericoli.
  5. Funghi&co. Raccogliere funghi può essere divertente per i bimbi, tuttavia è meglio spiegare loro che alcuni possono essere molto pericolosi, specie se ingeriti. Meglio allora limitarsi a osservarli da vicino senza toccarli.
  6. Rispetto per l'ambiente. Infine, non dimentichiamo di approfittare della vacanza nel verde per insegnare ai bambini a rispettare la natura e, in generale, l'ambiente che ci circonda, dando per primi il buon esempio. Se fare un pic-nic nel bosco può essere molto divertente, non dobbiamo dimenticare di insegnare ai piccoli a raccogliere eventuali cartacce e a non lasciare in giro rifiuti.

Foto © Andreas P - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI