Bambini e sport - consigli: il mini sub

Video Video
Bambini e sport - consigli: il mini sub. Guarda il video e scopri i benefici che l’attività subacquea avrà sul tuo bambino: cooperazione, rispetto delle regole e dell’ambiente marino.

A domanda... risposta

A chi è rivolto il minisub?
L'attività di mini sub è rivolta ai bambini dagli 8 ai 12 anni.

Qual è l'attrezzatura è necessaria?
L'attrezzatura richiesta per il corso è composta da pinne, maschera, boccaglio e muta che sono gli allievi a comprare. Il centro invece fornisce l'attrezzatura subacquea, bombola, erogatori e jacket.

Come si svolge il corso?
Il corso dura un'ora, per una volta alla settimana.
Il corso base è diviso in un ciclo di dodici lezioni in cui vengono sperimentati maschera, pinne, boccaglio e zavorra e si ha un primo approccio all'uso della bombola che viene approfondito nel corso avanzato.
Il tutto si conclude con un'uscita al mare in cui i bambini vengono accompagnati da istruttori o aiuto istruttori esperti in un rapporto di 1 a 2.

Al termine del corso viene rilasciato un brevetto?
Questa attività prevede un certificato di idoneità sportiva non agonistica in quanto viene rilasciato un brevetto di tipo sociale e non un brevetto della federazione che viene rilasciato solo dopo i 14 anni. Inizialmente è un'attività ludica, la federazione prevede attività agonistiche in età comprese tra i 10 e i 12 anni.

Quali esercizi vengono svolti durante il corso?
La prima parete del corso prevede esercizi di acquaticità con pinne, maschera e boccaglio. Un esercizio fondamentale è quello dello svuotamento maschera che si fa provare spesso agli allievi, in quanto la maschera sott'acqua può riempirsi d'acqua.
Insieme a questa parte di acquaticità comprendente piccole apnee, giochi di passaggio tra i cerchi, recupero di piccoli oggetti, si parte con la teoria, con la scoperta di cos'è una bombola, a cosa serve un jacket, un erogatore e di come si montano, in quanto c'è una sequenza specifica da seguire.
Si sperimenta poi l'ingresso in acqua con l'attrezzatura dal bordo, oppure la vestizione in acqua.
Si prova quindi a respirare dall'erogatore, ad andare sott'acqua, a fare piccoli percorsi tenendo per mano l'istruttore, si prova a mantenere la quota, quindi a giocare col jacket e a svuotare la maschera.

Quali sono le finalità dell'attività subacquea per bambini?
Migliorare l'acquaticità e il benessere del bambino in acqua, sperimentare la cooperazione in quanto una regola fondamentale della subacquea è la tecnica di coppia, quindi la responsabilità verso il proprio compagno, perché sott'acqua si va sempre in 2.
Il corso insegna anche l'importanza di non superare i propri limiti, la conoscenza di norme fondamentali per svolgere l'attività subacquea in sicurezza, e il rispetto per certe regole.
Inoltre, in collaborazione con una biologa, i bambini conoscono l'ambiente marino e imparano a rispettarlo.

Ci sono controindicazioni per i bambini nella pratica di quest'attività?
L'attività subacquea abbraccia per forza di cose molte delle caratteristiche del nuoto con l'aggiunta di tecniche specifiche per l'immersione. Se il bambino è sano non esistono controindicazioni. Attualmente si stanno sviluppando diversi sport legati all'attività subacquea come la più comune apnea o l'orientamento.

CREDITS

Autore
Angelo Camba

Regia
Angelo Camba

Producer
Angelo Camba

Interpreti
Sara
Alessandro Molinello

Operatori
Angelo Camba
Claudio Lucca
Valentina Mele
Silvia Pezzulo

Montaggio
Angelo Camba

Esperti
Sara, aiuto istruttore di sub
Alessandro Molinello, medico sportivo presso l'Istituto di Medicina dello Sport di Milano

Si ringrazia
Paolo Domante, Tullio Colangelo e tutto il Centro Culturale Sportivo Aresino
(www.ccsa.it)
Alessandro Molinello e il Centro Medico Torri Bianche di Vimercate (MB)

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI