Consigli pratici su bambini e computer: la tastiera

Video Video
Consigli pratici su bambini e computer: la tastiera. Segui i nostri consigli su come utilizzare la tastiera come mezzo di apprendimento per insegnare al tuo bambino a riconoscere i simboli.

A domanda... risposta

Quando è opportuno che il bambino approcci la tastiera?

Una volta che il bambino ha acquisito alcune abilità, sa utilizzare il mouse, il puntatore, trascinare gli elementi sullo schermo, è possibile addentrarsi in un percorso un po' più impegnativo come l'uso della tastiera, per rafforzare l'utilizzo dello strumento e per approfondire gli aspetti cognitivi dell'apprendimento linguistico e matematico. A questo punto il bambino di cinque anni è pronto per affrontare il suo percorso verso l'acquisizione della lettura e della scrittura, del riconoscimento del simbolo grafico e numerico.

Come cominciare?
Nella scuola dell'infanzia il bambino è abituato a firmare i propri prodotti "artistici" con il proprio nome, quindi il primo passo all'apprendimento dell'uso della tastiera sarà la scrittura del proprio nome. Quindi avrà il doppio compito di ricercare le lettere che compongono il proprio nome sulla tastiera e di imprimerle sul foglio.
Apprenderà poi l'utilizzo di tasti particolari come lo spaziatore, per distanziare il proprio nome dall'eventuale titolo del lavoro, e il "canc" che gli permette di cancellare e correggere gli errori, stimolando l'autoapprendimento.
Oltre a Word, esistono altri programmi che presentano il simbolo grafico e quello numerico in modi più divertenti e più adatti ai bambini. Può essere utile che il bambino si abitui a riconoscere e i simboli grafici in diversi contesti e utilizzarli in modo differente. Ciò accresce la sua padronanza del mezzo informatico.

Un consiglio per i genitori?
Per tutti i bimbi che all'età di cinque anni, alla scuola dell'infanzia, hanno già iniziato un percorso di acquisizione metalinguistica, l'utilizzo del mezzo informatico è ottimo per rafforzare questi loro apprendimenti. Qualora non ci sia quest'opportunità, è consigliabile che i genitori non anticipino i contenuti che sono propri della scuola.
Quindi è opportuno assecondare il proprio bambino quando, ricevuti gli stimoli dalla scuola, chiede di esercitarsi scrivendo il proprio nome. In questo caso anche il gioco al computer con il genitore può essere un mezzo per rafforzare questo tipo di apprendimento.

CREDITS

Autore
Valeria Sanna per Bentobox

Regia
Valeria Sanna per Bentobox

Montaggio
Valeria Sanna per Bentobox

Esperta
Dott.ssa Livia Cozzio, docente ed esperta d'informatica e didattica

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI