Come risparmiare sugli acquisti per la scuola: i consigli di Adiconsum

Guida Guida

La riapertura delle scuole ci obbliga a fare acquisti, ma si può risparmiare con i nostri consigli e quelli di Adiconsum

Per risparmiare sugli acquisti per la scuola, la prima cosa da fare è certamente evitare gli sprechi.

Dunque passiamo al setaccio tutto il corredo scolastico che abbiamo in casa. Ripuliamo e rimettiamo in forma tutto quello che è in buono stato.

  • Gli astucci e gli zaini si possono pulire molto bene con una mescola di alcol e sapone di marsiglia in scaglie. Si strofinano e si lasciano per qualche ora, poi si risciacquano e si fanno asciugare.
  • I quaderni rimasti a metà e i fogli di carta di qualsiasi genere possono diventare ottimi blocchi per gli appunti e le bozze
  • I libri possono essere scambiati o rivenduti

Dopo aver fatto una lista precisa del materiale per la scuola che occorre comprare a nuovo e prima di uscire di casa, mettetevi al computer e in pochi minuti potete trovare tutti i punti vendita in cui i prezzi sono più bassi.

  • Infatti grazie al motore di ricerca kikkapromo.it, potete ricercare per articolo e per città, il prezzo più basso di zaini, quaderni, penne, matite, colori e pennarelli, gomme, evidenziatori, astucci e diari e molto altro, in tempo reale.

Se oltre al corredo scolastico dovete acquistare anche i libri, vi sarà utile un piccolo vademecum che ha realizzato Adiconsum

  • prima di acquistare, verificate che la nomina dei docenti sia stata confermata. Il docente che subentra all’inizio dell’anno scolastico, infatti, ha facoltà di adottare nuovi libri scolastici
  • verificate che, nell’elenco dei libri c.d. “consigliati”, non siano inclusi anche testi obbligatori
  • acquistate i libri presso i grandi magazzini e i centri commerciali (di solito c’è un risparmio del 10%-20% prenotando per tempo)
  • andate nei mercatini dell’usato-libri facendo attenzione all’anno dell’edizione (verificate anche che il libro usato contenga anche i CD se previsti ed eventuali supplementi)
  • fate una ricerca dei libri sui siti online, che in genere hanno prezzi piu' convenienti (amazon, ibs, feltrinelli, bol, etc.)
  • se avete un reddito ISEE molto basso, aspettate la circolare della scuola con la specifica del tetto ISEE al di sotto del quale è possibile usufruire del buono per l’acquisto dei libri e del corredo scolastico.

E' utile ricordare che il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, pubblica ogni anno, per ogni classe ed ogni scuola secondaria di I e II grado, i tetti di spesa dei testi scolastici, che gli Istituti sono tenuti a non superare (il Ministero consente uno sforamento al massimo del 10%).

  • Nel caso nella scuola dei vostri figli superassero questo tetto, potete segnalare la scuola alle sedi territoriali di Adiconsum (indirizzi su www.adiconsum.it) oppure scrivere sul gruppo Scuola Adiconsum di Facebook.
Riciclare le matite

Le matite possono essere riciclate per creare divertenti elementi decorativi. Tagliatele a pezzetti e datele ai bambini da incollare su oggetti, copertine, diari, etc.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI