Come affrontare la chiusura delle scuole

Guida Guida

Affrontare la chiusura delle scuole è uno dei momenti critici dell'anno. Se siamo mamme che lavorano o stiamo a casa, il problema è sempre come affrontare la chiusura delle scuole e trovare delle attività per i bambini. Vi diamo qualche consiglio, senza dimenticare pero' che per i bambini è un tempo di vacanza.

Affrontare la chiusura delle scuole è uno dei momenti critici dell'anno.

Sia che siamo mamme che lavorano sia che stiamo a casa, il problema è sempre come affrontare la chiusura delle scuole e trovare delle attività per i bambini che sostituiscano la Scuola, divertendoli e intrattenendoli.

Vi diamo qualche consiglio, senza dimenticare pero' che per i bambini è un tempo di vacanza.

Se siamo mamme che lavorano abbiamo il problema di trovare delle alternative alla scuola per buona parte della giornata, almeno per il tempo che ci divide dalle ferie

  • Esistono ormai in ogni città moltissime occasioni di Campi estivi, campi organizzati, attività ludico-educative, organizzate da molte associazioni. Un esempio sono i Campi del WWF. Basta fare un giro in rete per trovare moltissime proposte che variano a seconda della fascia d'età, del luogo in cui sono organizzate e dei costi.

Spesso nelle grandi città i centri estivi sono organizzati in modo permanente da giugno a settembre, in spazi verdi.

Nei centri estivi le attività sono diversificate sia per fasce d'età che per interessi. Si possono fare attività sportive, laboratori creativi, corsi di lingua, etc. I bambini passano la giornata al centro in compagnia di altri bambini, facendo tante attività diverse.

  • Ci sono poi molti campi estivi organizzati fuori città, in zone naturalistiche, oasi, al mare oppure in montagna. Questo tipo di proposte hanno una durata di 7/10 giorni. Sono settimane di vacanza per bambiniorganizzate per metterli a contatto con la natura.

I costi delle due alternative sono abbastanza diversi perchè ovviamente, nel secondo caso, bisogna calcolare anche il viaggio e l'ospitalità .

  • Negli ultimi due anni si è andata diffondendo anche nei Musei l'abitudine ad organizzare attività estive per i bambini. E' il caso di diversi Musei di grandi città come Milano, Roma e Torino. Anche in questo caso ai bambini vengono proposti percorsi ludico-didattici, organizzati nello spazio di una giornata, a costi abbastanza contenuti. Si può scegliere di mandare i bambini per tutto il ciclo o solo in alcuni giorni.
  • Quasi tutte le  ludoteche, che svolgono attività durante l'inverno, organizzano centri estivi per i bambini.
  • Anche le squadre di calcio organizzano settimane di attività per bambini, che vengono organizzate presso i loro centri sportivi. E' il caso di grandi squadre come Milan, Inter, Juventus, etc. Per trovare le informazioni basta andare sui siti delle Società sportive.

Se siamo mamme che possono stare a casa

Oltre alle possibilità che abbiamo già visto possiamo provare a organizzare noi stesse delle attività per i nostri bambini. Organizzandoci con altre mamme, magari a rotazione, possiamo organizzare delle attività per gruppetti di bambini che possono così giocare insieme anche durante l'estate.  

Possiamo approfittare dell'estate per permettere ai bambini di esplorare la loro creativita'.

  • Organizziamo giornate di pittura, di manipolazione, di decorazione, di cucina.

Munitevi di colori, pennelli, carta, stracci di pulizia. Accendete lo stereo con musica rilassante o canzoncine e lasciate i bambini liberi di disegnare, pitturare e colorare quello che vogliono per il tempo che vogliono.

  • Fate lo stesso per le giornate di cucina, bastano pochi semplici ingredienti come farina, acqua, sale, qualche verdura. Lasciateli sperimentare
  • Si può scegliere insieme di realizzare un piccolo progetto a cui dedicare l'estate. Può essere la rimessa a posto della proprio stanza. La costruzione di una casetta per i giochi, o di un aquilone...Sono solo alcuni esempi
  • Organizziamo giornate di lettura in giardino. Storie per bambini, favole, racconti. Possono essere letti insieme dai bambini a turno ma anche interpretati.

Ricordiamoci che è un tempo di vacanza per i bambini

Facciamoli dormire quanto vogliono. Lasciamoli liberi di non fare niente. Lasciamoli liberi di pensare, guardare il mondo, dedicarsi ad attività che durante l'anno non hanno il tempo di esplorare. Lasciamogli il prezioso tempo libero, da vivere.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI