Come e perché imparare a massaggiare il neonato

Guida Guida

Massaggiare dolcemente il corpo del bebè ha effetti positivi sia sul piccolo che sui genitori. Tra le tecniche più efficaci, il massaggio infantile Shanatala.

Il massaggio è una coccola molto importante per il piccolo, soprattutto nei suoi primi mesi di vita. Attraverso il massaggio infatti il bebè ha la possibilità di entrare in contatto in modo dolce ma allo stesso tempo profondo con la mamma e il papà, imparando a riconoscerne il tocco e sentendosi da questo rassicurato.

Non solo, molte tecniche di massaggio rappresentano una valida soluzione per risolvere i piccoli disturbi che possono manifestarsi nei primi mesi, come le coliche gassose, e inoltre possono favorire in modo naturale l'equilibrio del ciclo sonno-veglia.

Un esempio? Il massaggio infantile Shantala, che deriva da un'antica pratica che si tramanda di generazione in generazione nella cultura indiana.

Questo tipo di massaggio ha lo scopo di rafforzare il legame che si è costituito tra la madre e il bambino durante la gravidanza, assicurando al piccolo quelle dolci sensazioni già sperimentate nella pancia della mamma.

I benefici per il neonato sono tantissimi. Questo massaggio, infatti:

  • aiuta ad alleviare i problemi digestivi del bebè
  • rilassa il suo sistema nervoso
  • regola l'intestino
  • regala una sensazione di benessere e calma
  • stimola nel piccolo la consapevolezza del suo corpo

... ma sono molti i vantaggi anche per mamma e papà, perché:

  • stimola la produzione degli ormoni del piacere
  • rafforza il legame col bambino
  • aiuta a capire quello che il neonato vuole esprimere attraverso il corpo o il pianto.

Per imparare al meglio questa tecnica di massaggio, è possibili frequentare dei corsi ad hoc.

Potrete trovare tutte le info sul sito dell'Associazione Italiana Massaggio Infantile Shantala.

Foto © Alex Tihonov - Fotolia.com

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Genitori e bambini
SEGUICI