Lavorare le paste polimeriche: come condizionarle al meglio

Guida Guida

Esperta di Paste Polimeriche
Simona Sanfilippo

Prima di procedere alla creazione di oggetti e bijoux, bisogna imparare a lavorare nel modo più corretto la pasta polimerica: vediamo come si fa!

Le paste polimeriche si trovano in commercio in panetti dalle diverse consistenze. Esistono paste più dure e altre più morbide. Nonostante queste differenze le paste polimeriche, prima di essere utilizzate per creare dei manufatti, hanno tutte bisogno di essere condizionate.

Condizionare la pasta significa manipolarla sino ad arrivare ad una consistenza che possa successivamente farcela plasmare senza fatica

Questo passaggio è una delle operazioni principali. Manipolare la pasta polimerica, ci aiuta non solo ad ammorbidirla e a renderla omogenea, ma è indispensabile per mescolare bene gli ingredienti: operazione che garantirà una maggiore resistenza alla creazione, una volta cotta.

Ci sono diversi metodi per condizionarla e sceglieremo il più adatto in base alla durezza della pasta.

Prima regola molto importante è lavorare piccole porzioni di pasta alla volta. Se la consistenza è abbastanza morbida, iniziamo scaldando la pasta fra le mani. Prendiamo un piccolo mattarello e stendiamo la porzione di pasta. Successivamente la riprendiamo in mano e la pieghiamo su se stessa per poi stenderla nuovamente con il mattarello. Procediamo con questa operazione fino a quando avremo una consistenza morbida e facilmente lavorabile. Occorrono circa dieci minuti di manipolazione. Condizionare la pasta quando i panetti si presentano più duri o si sbriciolano facilmente è più laborioso.

Anche per le paste meno morbide possiamo utilizzare la stessa tecnica appena descritta sopra, anche se sarà un lavoro più lungo. Oppure esiste uno strumento che ci faciliterà molto l’operazione.
Questo strumento è la macchina per stendere la pasta fatta in casa. Attenzione, dovremo utilizzarne una esclusivamente per le paste polimeriche.
Prendiamo una piccola parte del panetto. Se vediamo che si formano tante bricioline compattiamole bene, scaldando la pasta con i polpastrelli.

Stendiamo con un mattarello la porzione di pasta per renderla piatta. Inseriremo la striscia nei vari spessori della macchina della pasta, partendo dal rullo più largo, sino ad arrivare a quello più stretto. Ripetiamo i passaggi fino a quando diventerà morbida al tatto e finalmente pronta per passare alla parte più divertente: Le vostre creazioni!

Se vuoi scoprire di più sulle creazioni di Mia, visita il suo canale Youtube!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI