De Chirico e la metafisica degli oggetti in mostra a Ferrara

Guida Guida

Palazzo dei Diamanti di Ferrara dedica una mostra a De Chirico, celebrando con 50 opere il periodo in cui l'artista lavorò nella città emiliana. 

Rimarrà aperta fino al 28 febbraio 2016 la mostra “De Chirico a Ferrara: Metafisica e Avanguardie”, allestita a Palazzo dei Diamanti: un’occasione imperdibile per ammirare circa 50 opere di De Chirico e di altri autori, come Morandi e Dalí, che trassero ispirazione dal periodo estense del maestro.

Inventore della pittura Metafisica, Giorgio De Chirico ha influenzato profondamente la storia dell'arte poiché ha saputo aprire la pittura ad orizzonti introspettivi.

Come lui stesso ebbe modo di dichiarare, l'arte deve creare sensazioni sconosciute in passato ed esprimere dei simboli, delle sensazioni, dei pensieri.

La mostra allestita a Ferrara è un’occasione per far tornare nella città estense, a cento anni dalla loro creazione, alcune tele dipinte tra il 1915 e il 1918: l'Italia era entrata nella Prima Guerra Mondiale e De Chirico, insieme al fratello Alberto Savinio, aveva lasciato Parigi per arruolarsi e i due vennero assegnati al 27 reggimento di fanteria di Ferrara.

Quando arriva a Ferrara De Chirico aveva già realizzato a Milano, a Firenze e a Parigi un centinaio di opere innovative: la città estense influenzò a tal punto il suo lavoro da determinare un grande cambiamento ispirato dalla bellezza e dai miti rinascimentali.

A Ferrara De Chirico dipinse circa una cinquantina di quadri in cui le grandi piazze deserte e senza tempo o il Castello Estense hanno un ruolo predominante.

Ne sono un esempio lampante il dipinto “I progetti della fanciulla" del 1915, o il “Il grande metafisico" del 1917 e ancora “Le Muse inquietanti” del 1918.

Curatore della mostra, organizzata dalla Fondazione Ferrara Arte e dalla Staatsgalerie di Stoccarda in collaborazione con l'Archivio dell'Arte Metafisica, è Paolo Baldacci insieme a Gerd Roos.

La mostra è stata inaugurata lo scorso 14 novembre 2015 alla presenza del presidente della Repubblica Sergio Mattarella, assieme al ministro per i beni culturali Dario Franceschini.

Foto vimeo.com

Influenze successive

La mostra “De Chirico a Ferrara: Metafisica e Avanguardie” documenta la profonda influenza che le opere di De Chirico ebbero su Giorgio Morandi e Carlo Carrà e sulle avanguardie europee del surrealismo, del dadaismo e della Nuova oggettività.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI