La mostra sul Simbolismo a Palazzo Reale di Milano

Guida Guida

Fino al 5 giugno 2016, Palazzo Reale di Milano ospita la mostra “Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra”. 

E’ stata inaugurata il 3 febbraio a Palazzo Reale di Milano la mostra “Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra”, a cura di Fernando Mazzocca e Claudia Zevi in collaborazione con Michel Draguet.

La mostra sul Simbolismo, promossa dal Comune di Milano-Cultura e prodotta da 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE e Arthemisia Group, presenta ben 150 opere tra dipinti, sculture e un’eccezionale selezione di grafica e sarà visitabile fino al 5 giugno

L’esposizione, che occupa 24 sale, comprende un’ampia selezione di opere provenienti da istituzioni museali italiane ed europee, oltre che da collezioni private, illustrando uno degli aspetti più interessanti della produzione artistica del Simbolismo.

Il percorso tematico si sviluppa in sezioni, mostrando ai visitatori gli elementi cardine trattati dai più importanti artisti del movimento simbolista. Si possono dunque ammirare le rappresentazioni dei miti di Gustave Moreau, la dimensione onirica di Fernand Khnopff, le rappresentazioni demoniache di Odillon Redon e le invenzioni iconografiche di Klinger.

Non mancano poi il vitalismo di Hodler, le suggestioni dei Nabis, nonché le interpretazioni dell’amore di Giovanni Segantini e la decadenza di Musil passando per lo stile decorativo di Galileo Chini.

Tra le opere più significative, presentate per la prima volta in Italia, vale la pena menzionare la "Testa di Orfeo galleggiante sull’acqua" di Jean Delville, “La carezza “ di Fernand Khnopff con l’incredibile donna-ghepardo, “L’Eletto” di Ferdinand Hodler e “Il silenzio della foresta” di Arnold Böcklin,.

Conclude la mostra il ciclo decorativo delle "Mille e una notte", realizzato da Zecchin alla vigilia della Grande Guerra.

Credit @lastanzaprivatadellarte.blogspot.com

I fiori del Male

Il percorso espositivo “Il Simbolismo. Arte in Europa dalla Belle Époque alla Grande Guerra" è accompagnato dalle poesie di Baudelaire, tratte dalla raccolta "I fiori del Male".
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI