Quale sensore?

Guida Guida

Componente centrale di ogni fotocamera, il sensore è l'elemento che negli apparecchi digitali sostituisce la tradizionale pellicola. Conoscerne le caratteristiche principali aiuta a scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze.

Componente centrale di ogni fotocamera, il sensore è l'elemento che negli apparecchi digitali sostituisce la tradizionale pellicola. Conoscerne le caratteristiche principali aiuta a scegliere il modello più adatto alle proprie esigenze.

La risoluzione di un sensore viene espressa in megapixel, ovvero milioni di punti sensibili. Più alto il numero di megapixel, più punti comporranno l'immagine risultante. Questo parametro, facilmente comprensibile anche da parte dei neofiti, è stato usato per anni dalle Case produttrici come scorciatoia per indicare la qualità di un apparecchio prima che la maggior parte delle fotocamere si assestasse intorno a risoluzioni similari.

In realtà un sensore non si giudica solamente dal numero di megapixel: importantissimo è valutare la risoluzione in rapporto alle dimensioni fisiche del sensore stesso. A parità di megapixel, infatti, un sensore più grande comporta una maggiore dimensione dei punti sensibili che lo compongono e, di conseguenza, una migliore capacità di "leggere" la luce in arrivo attraverso l'obiettivo producendo immagini di superiore fedeltà.

La quantità di luce necessaria a imprimere un'immagine nel sensore dipende invece dalla sensibilità, un parametro che si misura secondo la scala dei valori ISO. Attualmente le fotocamere compatte più diffuse hanno una gamma di sensibilità variabile che parte da 100 ISO per arrivare, raddoppiando il valore a ogni passaggio, fino a 1600 o 3200 ISO.

Più alto il valore ISO, meno luce sarà necessaria per riprendere l'immagine, che tuttavia risulterà più sgranata;

per questo motivo è consigliabile scattare sempre con il numero ISO più basso consentito dalle condizioni di luce del momento.

Ricordate infine che i sensori sono suscettibili alla temperatura: per questo motivo, oltre a non lasciare mai l'apparecchio sotto il sole, concedete qualche pausa tra sequenze di scatti ravvicinati o dopo una ripresa video per evitare che il surriscaldamento operativo della fotocamera ne degradi le prestazioni.

 

Foto: courtesy Kodak

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI