Come si gioca a sette e mezzo

Guida Guida

Stanchi del poker, ecco un altro gioco per coraggiosi delle carte: il sette e mezzo!

Questi ultimi giorni di primavera si presentano, in molte parti d'Italia, piovosi e grigi, quale occasione migliore per stare in casa e giocare a carte? Oppure, se c'è invece il sole, cosa fare quando in spiaggia ci si annoia? Per questa guida vediamo come giocare a sette e mezzo, gioco semplice e divertente, dove spicca il coraggio a farla da padrone. Ecco le regole.


Lo scopo di questo gioco è quello di realizzare un punteggio quanto più vicino al sette e mezzo, senza mai sballare, cioè senza superare questa soglia.

Per raggiungere questa cifra si possono usare varie combinazioni di carte, con le figure che valgono 0,5 e le altre carte da asso a sette con relativo valore. Vi è poi il Re di Denari, che viene chiamata la matta perchè rappresenta un jolly, in grado di valere tutte le cifre, da 1 a 7. Pescare questa carta è molto vantaggioso, infatti basterebbero questa ed una figura qualunque per poter fare sette e mezzo.

Il mazziere (che deve cercare di eguagliare il punteggio più alto) fornisce le carte ai giocatori che possono proseguire o abbandonare, tenendo le carte già prese (spesso lo si fa con il sette, ma anche con carte inferiori se si vuole bluffare).

- Vince il punteggio più alto,
- riscuote chi supera il mazziere in termini di punti,
- "paga" chi sballa.

Il sette e mezzo realizzato con due sole carte, quindi sette e figura, o, come precedentemente detto, matta e figura, viene definito sette e mezzo reale o sette e mezzo legittimo.

Chi realizza questo punteggio riceve dal mazziere una somma pari al doppio della posta e diventa mazziere a sua volta per la mano successiva. Se a farlo sono più giocatori, il mazziere diventa il giocatore seduto alla destra del mazziere attuale.

Il gioco parte con il mazziere che distribuisce una carta coperta a ciascun giocatore, e, a turno in senso antiorario, i concorrenti guardano la carta, puntano (nel caso scommettiate), e decidono se chiedere altre carte - scoperte - o fermarsi.

Dopo che tutti i partecipanti hanno fatto il loro gioco, il mazziere scopre la propria carta e decide se prenderne altre, se sballa, paga alla pari tutte le puntate degli avversari, se no tutti girano le carte coperte e si confronta chi ha fatto più punti.

Buon divertimento!

È un gioco d'azzardo

Ricordatevi che questo è considerato gioco d'azzardo, non dimenticatelo e non giocate soldi!

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI