ƒ I 5 sistemi per difendersi dal furto di bicicletta - DeAbyDay.tv

I 5 sistemi per difendersi dal furto di bicicletta

Classifica Classifica

Stufa di farti rubare la bicicletta? Per tutelarti prova ad affidarti a uno di questi cinque nuovi dispositivi. 

Secondo una recente indagine statistica di "Scatenati" su 1.300 intervistati ben il 50% ha subìto almeno un furto della propria bicicletta. In particolare 4 persone su 5 l’hanno subito in luogo pubblico e il 57% in pieno giorno. Ecco perché il mondo delle startup ha deciso di impegnarsi nell’invenzione di antifurti che in teoria dovrebbero essere inespugnabili. Ecco alcune dei dispositivi più innovativi.

5. Kissmybike

Credit www.kissmy.bike

L'antifurto satellitare Kissmybike è un dispositivo ultracompatto che si posiziona all’interno della bicicletta. Nato dall’idea di tre ricercatori dell’Università di Trento, Kissmybike tramite la trasmissione satellitare e tecnologie di rilevamento, permette di localizzare con precisione la bici rubata, sia in ambienti chiusi sia all’aperto. L’impresa che ha realizzato Kissmybike offre anche assistenza nel percorso di recupero legale del mezzo, fornendo numeri di emergenza, indirizzo dei commissariati più vicini e informazioni tecniche utili all’identificazione della bici nei verbali della polizia.

4. Yerka

Credit www.huffingtonpost.it

Yerka è un concept di bicicletta che resiste ad ogni tentativo di furto perché il telaio permette al mezzo stesso di abbracciare un albero o un palo rendendo dunque superfluo l’uso di catene e lucchetti. Il sellino è estraibile e il tubo obliquo è divisibile in due parti che possono ricongiungersi, il tutto funziona sempre con la presenza di un albero o un palo come punto di appoggio.

3. TA+TOO

Credit www.tumblr.com

Lo storico sellificio Selle Royal ha ideato TA+TOO una sella modulare per bicicletta dal design innovativo che svolge anche la funzione di antifurto. Il sellino si può sdoppiare perché la parte superiore viene staccata dalla base che invece rimane fissata sul tubo.

2. Sherlock

Credit www.ecoblog.it

Sherlock è un dispositivo compatto che si può installare nel manubrio della bici senza modificarne l’estetica. Se la bici viene rubata si può seguire lo spostamento del mezzo: si riceve sul cellulare una notifica con un codice da comunicare alle forze dell’ordine per aiutarle a recuperare il mezzo. Per finanziare lo sviluppo di Sherlock e la produzione del primo lotto è stata avviata una raccolta di crowdfunding su Indiegogo.

1. Wi-Bike

Credit ebike.bicilive.it

Una e-bike innovativa prodotta da Piaggio: la sua posizione può essere costantemente monitorata mediante smartphone. Batteria, motore e display sul manubrio sono collegati da un codice univoco: basta rimuovere il display per impedire che la Wi-Bike venga rubata perché funge da chiave elettronica senz ala quale la bici non funziona.

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI