Come avere patente e libretto con lo stesso nominativo

Guida Guida

Novità per patente e libretto di circolazione. Cosa dobbiamo sapere per evitare multe salate?

Da giorni, ormai, circola in rete e sui media tradizionali la notizia che dal prossimo 3 novembre 2014 entrerà in vigore una nuova regola in materia di circolazione dei mezzi stradali. Quello che ha allertato di più gli automobilisti è che il non rispetto di questa regola, a quanto pare, comporti un'ammenda salatissima.

La nuova normativa

Cerchiamo di fare chiarezza e di capire bene di cosa si tratta. E' partito tutto da una circolare del Ministero dell'Interno, pubblicata in data 10 luglio 2014, in cui si specifica che l'intestatario della carta di circolazione di un'automobile e il nome sulla patente del conducente devono coincidere. Qualora questo non si verifichi, è prevista una sanzione amministrativa minima di 705 euro.

Per evitare di incorrere nella sanzione occorre recarsi presso la Motorizzazione (o un'agenzia di pratiche auto autorizzata), entro trenta giorni, e procedere all'annotazione sul libretto del nome di chi utilizza costantemente il mezzo di proprietà altrui.

Ma dovete sapere che...

Non pare però che sia il caso di allarmarsi. Sembra che siano esclusi dalla normativa tutti coloro che usano già un mezzo non di loro proprietà o che possiedono un'intestazione non aggiornata prima dell'entrata in vigore della norma (ossia prima del 3 novembre 2014). A doversi adeguare saranno dunque tutti coloro che procederanno a compiere atti dopo quella data.

La categorie più colpita, dunque, sarà soprattutto quella dei professionisti che si avvalgono dell'uso di automobili aziendali e l'obbligo riguarderà autoveicoli, motoveicoli e rimorchi. Dovranno adeguarsi sia persone fisiche sia persone giuridiche mentre saranno esentati i familiari conviventi (che hanno la residenza nello stesso indirizzo).

Al momento, però, si registra ancora grande incertezza in merito a questa nuova normativa e sembra che anche gli uffici dell'ACI ne sappiano poco o nulla. Speriamo che il Ministero dei Trasporti si affretti a fare chiarezza, magari con la predisposizione di un'altra circolare esplicativa.

photo © bizoo_n - Fotolia.com

Patente e carta di circolazione con lo stesso nominativo

La normativa non riguarda tutti gli atti compiuti prima del 3 novembre 2014 e si riferisce essenzialmente ai professionisti che usufruiscono di auto aziendali. 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI