Come disdire il canone Rai

Guida Guida

A partire dal 2016 il Canone Rai viene incluso nella bolletta elettrica. Ma cosa bisogna fare per disdirlo? 

Per pagare il Canone Rai c’è ancora tempo: con la nuova Legge di Stabilità il costo viene incluso nella bolletta elettrica a partire dalla rata di luglio. Sorgono dunque domande in merito alla disdetta: come bisogna procedere se non si possiede un televisore e quindi non si intende pagare il Canone Rai?

E’ bene ricordare che il canone Rai va pagato per il luogo in cui si ha la residenza anagrafica se si è raggiunti dall'energia elettrica perché questa fa presupporre il possesso di un apparecchio ricevente.

Se, al contrario, non si possiede un apparecchio ricevente e dunque non si vuole pagare il canone bisogna dimostrare di non possederlo inviando una dichiarazione allo sportello Sat dell'Agenzia delle Entrate.

La Dichiarazione di mancato possesso di un apparecchio ricevente vale solo un anno e, dunque, va puntualmente ripresentata. Il canone va pagato anche se non si guardano i programmi Rai perché l'impiego dell'apparecchio limitatamente ai programmi delle Tv private e straniere, con esclusione delle trasmissioni trasmesse in onda dalla Rai, non esonera dal pagamento del canone.

Rispetto gli anni passati non si può più presentare la disdetta del canone per “suggellamento dell'apparecchio” pratica che comportava l’intervento di un tecnico Rai presso gli abbonati per impedire manualmente la visualizzazione dei canali: con la nuova riforma non si potrà più contare su questa possibilità.

L’unico aspetto positivo, oltre al costo più basso del canone che ammonta a 100 euro, è il fatto che chi ha una seconda casa priva di televisore non deve pagare due volte, e neppure deve farlo chi ha due televisioni nella stessa abitazione.

Ottime notizie inoltre per le persone anziane che hanno più di 75 anni: sono esentate dal pagamento del canone se hanno un reddito fino a 8mila euro l'anno.

Foto www.italiaora.net

Modalità di esenzione

Le modalità per ottenere l'esenzione dal pagamento del canone sono stabilite con decreto del Ministro dell'Economia e delle finanze di concerto con il Ministro dello sviluppo economico.
 

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI