Un lago tra le colline umbre

Guida Guida

Il Parco del Lago Trasimeno, il più esteso della regione

Il Parco del Lago Trasimeno è stato istituito nel 1995 e tutela 13.200 ettari nella provincia di Perugia. Il Trasimeno è un bacino lacustre che occupa una superficie di 128 km² e ha una profondità massima 6 metri. È il quarto per estensione fra tutti i laghi italiani. Ha forma tondeggiante con due aggetti peninsulari non molto pronunciati che lo dividono in due vasti lobi; il suo perimetro è di 54 km e la larghezza massima di 15,5 km.

L’origine del Trasimeno è ancora discussa: si tratta probabilmente del bacino residuo di un lago alquanto più esteso risalente al Pliocene, oppure è dovuto all'accumulo di sedimenti fluviali da parte di alcuni corsi d'acqua che ha portato a un deflusso incompleto delle acque.

Nel lago affiorano tre isole: Maggiore e Minore nel settore settentrionale, e Polvese in quello meridionale. Per visitare l’isola Maggiore, l’unica abitata, si parte col traghetto dal comune di Tuoro: si arriva così in un luogo senza tempo, ancora dal caratteristico aspetto del villaggio quattrocentesco creato dai pescatori. L’isola Minore, come sottolinea il nome, è la più piccola delle tre, fa parte del comune di Passignano ed è di proprietà privata. Polvese invece, con i suoi 70 ettari, è la più estesa e si trova nella parte sud orientale del Trasimeno, nel comune di Castiglione del Lago. Rimangono, di epoca medievale, la rocca del XV secolo e diverse testimonianze della colonizzazione religiosa del XIII secolo, tra cui i resti della chiesa di San Secondo. Nell’isola Polvese una lecceta ad alto fusto e un esteso canneto ‘fanno da casa’ a numerosi uccelli acquatici.

Il parco infatti tutela una zona umida di grandissima importanza che ha da sempre rappresentato per l'avifauna acquatica un'importante area di svernamento, sosta e riproduzione. Le zone acquitrinose vedono la presenza di mestoloni, fischioni, germani reali, alzavole, marzaiole e canapiglie. Il lago è un habitat perfetto per vivere e riprodursi anche per le specie ittiche.

Il lago Trasimeno ha una storia molto antica, è stato teatro di una battaglia combattuta durante la seconda guerra punica tra l'esercito cartaginese, comandato da Annibale, e quello romano, con a capo il console C. Flaminio, in un'angusta piana a nord del Trasimeno alla quale si accedeva da una gola. Quando l'esercito romano, la mattina del 21 giugno del 217 a. C., s'incolonnò lungo la gola, le forze cartaginesi lo attaccarono da ogni parte, rinserrandolo contro il lago e rendendone vana ogni resistenza. La battaglia fu talmente cruenta che ancora oggi alcune località intorno al lago la ricordano con il loro nome: Ossaia, Sepoltaglia e il torrente Sanguineto.

L’area  protetta non gestisce direttamente i Centri Visita ma ha installato nei comuni del comprensorio dei totem multimediali con le informazioni sul parco. A Tuoro sul Trasimeno c’è il Centro di Documentazione Annibalico: è legato al percorso archeologico dell’antico conflitto e ricostruisce l'avvenimento. A San Feliciano si trova il Museo della Pesca, in cui sono documentate le oltre 40 tecniche di pesca tramite gli oggetti usati quotidianamente dai pescatori. Il Museo delle Barche è a Passignano sul Trasimeno, nel centro storico, presso la Rocca. Il territorio dell’area protetta è famoso per la lavorazione di pizzi: fu la Marchesa Elena Guglielmi che diede incarico a un'abile artigiana irlandese di insegnare quest'arte alle donne del luogo le quali, tuttora, spesso confezionano con particolare abilità centrotavola, tovaglie e inserti per lenzuola. A questa tradizione è dedicato il Museo del Merletto, che ha sede sull’isola Maggiore ed espone lavori e strumenti. Il Museo del Tulle invece si trova a Panicale, nella Chiesa di S. Agostino; è dedicato alla sua ideatrice Anita Belleschi Grifoni e vi si possono ammirare manufatti antichi.

I colli che circondano il lago Trasimeno si possono raggiungere a piedi, a cavallo o in mountain bike attraverso la rete sentieristica del parco. Si possono seguire percorsi tematici alla scoperta di antiche pievi e monasteri o dei luoghi che furono teatro della battaglia del Trasimeno, oppure andare alla ricerca dei sapori tradizionali. C’è anche un percorso dedicato all’arte: è l’itinerario del Perugino, per scoprire i paesaggi che hanno ispirato il grande pittore, da Città della Pieve a Paciano, da Panicale a Castiglione del Lago.

Comunità Montana Associazione dei Comuni Trasimeno - Medio Tevere

V.le D. Alighieri, 2 - 06063 Magione (PG)
075/847411

www.lagotrasimeno.net

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI