Svizzera, cannella e vin brûlé

Guida Guida

Profumi ed emozioni dei mercatini natalizi

Visitare il più grande mercatino coperto, ascoltare un albero di natale ‘canterino’: una breve vacanza in Svizzera nel periodo prenatalizio riserva grosse sorprese, le città infatti aggiungono alla loro naturale bellezza l’atmosferafiabesca di luci e suoni legati al Natale. I mercatini, infatti, sono numerosissimi e spesso ogni città ne ospita più di uno, proponendo caratteristiche diverse. Per avere un’idea di quello che è possibile trovare è sufficiente visitare due città, estremamente diverse tra loro e accomunate dalla lingua, il tedesco: Zurigo e Lucerna.

Zurigo è la città più grande del Paese: supera il milione di abitanti ed è sede delle banche più importanti a livello internazionale. Dalla fine di novembre fino al 24 dicembre i mercatini sono diversi. All’interno della Hauptbahnhof, la Stazione centrale, da 20 anni viene allestita la più grande esposizione natalizia al coperto d’Europa (Zurcher Christkindlimarkt im ShopVille – Railcity), con oltre 150 casette. La varietà dei prodotti proposti è vasta: molti i tipi di dolciumi, come panpepato, torrone, croccanti, frittelle, tavolette di cioccolato di vario genere, bomboloni, ma anche magenbrot, il pane speziato coperto di glassa e le caramelle dette nideltäfeli, con burro e zucchero caramellato. Le specialità salate sono le patate al cartoccio, la raclette, crêpes, pannocchie, salmone affumicato. Tante le decorazioni natalizie di tutti i tipi, poi l’abbigliamento, gli oggetti di legno intagliato e naturalmente moltissimi giocattoli.

Domina su tutto il gigantesco albero di Natale, decorato con più di 7000 ornamenti di cristallo che scintillano e moltiplicano le luci. Un grande spazio gioco per i bambini e il palcoscenico per i cori natalizi arricchiscono la magia di questo grande spazio al coperto.

Nel cuore di Zurigo è allestito invece il mercatino più antico. Nei pressi del municipio, nel quartiere detto Niederdorf prendono posto artigiani che espongono candele, ceramiche, biglietti augurali, decorazioni natalizie e maglieria. Per uno spuntino sono disponibili Langos (una sorta di bruschetta), salsicce arrostire, birra, vin brûlé, e dolci natalizi. Un altro mercatino viene aperto presso la Bahnhofstrasse, la strada dello shopping cittadino, dove poche casette espongono merce selezionata. Sul lungolago, dove è stata aperta la Sechseläutenplatz, non lontano dal Teatro dell’Opera, un altro mercatino che ha il suo punto focale nella Casa della Fonduta.

Nel nuovo quartiere nei pressi della stazione centrale, l’Europaalee, si aprirà quest’anno un mercatino nuovo di zecca, con circa 50 espositori. Sulla Werdmühlerplatz prende vita il mercatino più piccolo: allieta la piazza il famoso Singing Christmas Tree, un albero di natale canterino composto da voci bianche che si esibisce ogni pomeriggio.

Piccola e raccolta, anche Lucerna si specchia sul suo lago. Ricca di testimonianze medievali, è famosa per il ponte di legno coperto sulla Reuss. Anche qui i mercatini sono diversi. Sulla piazza davanti alla chiesa dei Francescani si vendono decorazioni, dolci e oggetti dell’artigianato locale, mentre quello dedicato al Bambin Gesù si trova presso la stazione ferroviaria: vi si trovano specialità gastronomiche, olii essenziali, attrezzi per la cucina. Anche il mercatino nella Mühlenplatz è specializzato nell’artigianato. Chi è in cerca di novità può visitare il Design Schenken: unico nel suo genere, offre spazio ai giovani designer che mettono in vendita le loro creazioni, per regali veramente speciali. Sulla Kapellplatz, il festival Venite porta sul palcoscenico gruppi musicali e cori che si esibiscono su temi natalizi.

La città conserva scorci suggestivi. Del periodo medievale restano una parte delle mura esterne quattrocentesche con nove torri, e i due ponti coperti di legno sulla Reuss (Kapellbrücke, del XIV secolo, fedelmente ricostruito dopo l’incendio che nel 1993 lo aveva quasi interamente distrutto, e Spreuerbrücke, del XV secolo). La Hofkirche, chiesa dell'antico convento benedettino di Leodegard, è un edificio tardo-rinascimentale del 1633, la cui facciata è abbellita da due torri. Non lontano dal centro è possibile ammirare il curioso Löwendenkmal, gigantesco leone morente scolpito su una parete di roccia (1820-21), e il Giardino del Ghiacciaio (Gletschergarten), dove si trovano resti dell’epoca glaciale come marmitte dei giganti, rocce levigate e massi erratici.

www.zuerich.com/it/Turismo
www.luzern.com/it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI