Un'essenza per cibi e profumi

Guida Guida

Le proprietà uniche del bergamotto sono apprezzate in tutto il mondo

Una delle essenze più rare e uniche al mondo, prodotta quasi esclusivamente nella Calabria meridionale, utilizzata nei più diversi ambiti e da sempre capace di affascinare per le sue doti eccezionali. L’olio essenziale di bergamotto DOP è una sostanza estremamente concentrata, ottenuta dalla spremitura delle bucce di frutti particolarmente rari, lavorata e prodotta al 90% in una piccola area in provincia di Reggio Calabria lungo le zone costiere che vanno da Villa San Giovanni a Gioiosa Jonica. L’essenza di questo piccolo frutto (il cui nome scientifico è Citrus bergamia Risso), che alla vista sembra un incrocio tra un limone e un mandarino, si ottiene per abrasione della scorza mediante un sistema di grattugie situate nelle apposite pelatrici. Quest’olio poi, una volta estratto, ha imparato a farsi strada in tutto il mondo.

Fu Marylin Monroe in persona a raccontare che amava dormire “indossando” solo due gocce di Chanel n°5, forse il più celebre profumo del mondo creato anche grazie all’olio essenziale di bergamotto. Quello che ha permesso a un semplice agrume calabrese di arrivare fino al letto di una delle attrici più celebri ed emblematiche della storia, è la sua capacità fissante e armonizzante sfruttata nella produzione di fragranze per mixare le componenti aromatiche dei profumi, ma anche per amalgamare le altre essenze contenute, esaltandone la freschezza. La fortuna dell’olio nasce proprio nel campo dei cosmetici: Gian Paolo Feminis nel 1680 a Colonia realizzò, con l’essenza di bergamotto, “l’aqua admirabilis”. Qui i suoi eredi, nel 1704, brevetterarono questo profumo con il nome di acqua di Colonia,diffondendolo in tutta Europa e in seguito nel mondo. Oggi è utilizzato non sono per la produzione di profumi ma anche per lozioni, saponi e creme, visto che può facilitare l’abbronzatura.

Il bergamotto gioca il suo ruolo anche in ambito culinario. Dal XVI secolo infatti il suo utilizzo, soprattutto in Calabria, è testimoniato in diverse specialità gastronomiche. Con il passare dei secoli però furono sollevati sempre maggiori dubbi sull’opportunità dell’impiego alimentare dell’agrume dal sapore decisamente controverso. In alcune stampe del 1804,  il medico reggino Francesco Calabrò Anzalone, scrive dell’essenza: “contiene il sapore di un acido disgustoso, tanto che la gente campagnola bisognosa assai, ed indigente di esso se ne serve per satollare la sua fame in alcune circostanze.” Al giorno d’oggi l’olio viene ancora utilizzato con successo in cucina ma con scopi diversi e con maggiore parsimonia: la sardella viene arricchita con qualche goccia di bergamotto, così come la nduja e il tortino di alici gratinate, che così perde il sapore un po’ amarognolo. L’utilizzo moderno quindi non è certo meno diffuso ma si limita a una funzione aromatizzante e di contrasto nei cibi più dolci.

Le origini della pianta sono tutt’ora un mistero. I ricercatori sono fortemente divisi e ci sono indizi che rimandano alla Cina, al Medio Oriente o alla Grecia. Tuttavia l’ipotesi più accreditata sostiene che in realtà il bergamotto sia il frutto di una mutazione naturale di altre specie vegetali. La prima testimonianza del suo utilizzo in Calabria risale al 1536, in un menù offerto all’Imperatore Carlo V dal cuoco Bartolomeo Scappi. Per chi volesse dedicare alcuni giorni alla visita dei bellissimi luoghi dove viene coltivata la quasi totalità dell’intera produzione globale, non ha che da recarsi nell’area costiera a sud della Calabria. Durante l’itinerario tra Villa San Giovanni e Gioiosa Jonica, dove vengono prodotti oltre 100 000 kg di essenza, merita una visita il borgo di Pentedattilo, nel comune di Melito Porto Salvo. Il nome deriva dalla forma particolare della Rupe del Calvario dove è arroccato il paesino rimasto abbandonato per anni. Negli ultimi tempi però alcuni artigiani e ristoratori sono tornati sul luogo permettendo ai turisti di godere di una visita estremamente caratteristica accompagnata dalla possibilità di gustare le specialità del luogo.

www.bergamottoconsorzio.it

Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI