Tutti a Klagenfurt il 29 novembre per la festa dei mostri

Guida Guida

Il 29 novembre, a Klagenfurt, in Carinzia, si celebra la notte dei Krampus: le malefiche creature pagane della tradizione austriaca.

Scordatevi le dolci e tranquillizzanti melodie natalizie: anche se siamo a dicembre, a Klagenfurt, capoluogo della Carinzia, il 29 novembre sentirete solo urla sinistre e terribili. Siete infatti in mezzo al festival dei Krampus, unico nel suo genere. Sfilate di mostri come questi ce ne sono ovunque, in Austria, ma anche in Italia nelle regioni che un tempo appartenevano all’impero austroungarico, come il Friuli e la provincia di Bolzano (Sud Tirolo). Ma questo è un raduno davvero imponente.
 
L’origine di questi esseri è sicuramente antica: sono forse malefiche creature pagane trasformate poi in diavoli dalla religione cristiana.
 
E anche in questo caso, come nella tradizione, il krampus è l’assistente di san Nicola (Santa Klaus) che accompagna il santo anche in occasione della sua festa, il 6 dicembre; qui i diavoli cercano di frustare i bambini cattivi con ramoscelli di betulla, mentre san Nicola premia i bimbi buoni con piccoli regali e dolci.
 
I krampus sono esseri diabolici, hanno catene, fruste o bastoni, suonano i campanacci ed emettono urla terribili.
Il loro aspetto è terrificante: spesso sono ricoperti di pelliccia, le loro armi sono archi ma anche motoseghe, sono un mirabile mix di pagano e fantasy, è come incontrare dal vero gli orchi e i mostri del Signore degli Anelli.
Al festival dei Krampus di Klagenfurt si danno appuntamento tutti gli appassionati del genere, provenienti anche dalla Germania, che sfilano sfoggiando maschere davvero straordinarie. 
 

Sotto i travestimenti si nascondono almeno un migliaio di appassionati, quasi tutti maschi adolescenti o comunque sotto i 30 anni, che si muovono lungo il percorso per le strade centrali della città 

fino alla Alter Platz, per circa 1,5 chilometri; contemporaneamente, in città, è aperto un bellissimo mercatino natalizio. Gli spettatori attirati dal raduno sono almeno 50.000. Nel corteo spicca anche qualche rara ragazza vestita da Perchta, personaggio della mitologia germanica. 

 
Nella vicina Rosental è il villaggio di Suetschach, dove ha sede l’unico museo austriaco dei krampus: i 70 costumi che sono esposti vengono indossati dai ragazzi del paese ogni anno; forse vogliono scacciare l’inverno buio e freddo con le loro sembianze terribili.
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI