Fiori d’arancio all’abbazia di San Galgano

Guida Guida

Un luogo magico in provincia di Siena per coronare un sogno d’amore nel cuore della Toscana.

È sicuramente uno dei luoghi più romantici e suggestivi che si possano trovare in Italia: l’abbazia di San Galgano, nel cuore della Toscana, può essere la location perfetta per organizzare un matrimonio indimenticabile.

La strada in mezzo al bosco giunge infine al pianoro dove sorge la chiesa senza tetto:

le mura perimetrali rivelano lo stile gotico e il pavimento non è fatto di prezioso marmo ma del tenero verde dell’erba. E il fascino di questo luogo fuori dal tempo si mantiene in ogni stagione dell’anno. 

 

Presso la chiesa si trova il complesso monastico, con la sala capitolare, e poco distante la rotonda di Montesiepi, piccola chiesa che contiene la leggendaria spada nella roccia. Per capire dove ci troviamo esattamente dobbiamo risalire alla storia remota: Galgano, giovane nobile e un po’ scavezzacollo, riceve la visita dell’arcangelo Michele, che lo converte. Come segno della rinuncia alla sua vita precedente, conficca nella roccia la sua spada: l’elsa diventa una croce da adorare, e Galgano fissa qui la sua dimora, in quella che diverrà la cappella. Il santo muore nel 1181, e la sua fama come monaco cistercense si diffonderà rapidamente, tanto che non lontano dalla cappella verrà costruita un’abbazia con la chiesa adiacente. Edificata intorno al 1220, il complesso monastico divenne un punto di riferimento importante per l’intera area, centro di commerci e tappa lungo la strada per Siena e verso il Tirreno. Nel giro di un paio di secoli però l’abbazia conobbe una rapida decadenza e il luogo venne abbandonato. Solo all’inizio del XX secolo cominciò il recupero degli edifici, scegliendo di lasciare la chiesa senza tetto affinché rimanesse intatta la sua magia. 
 
La chiesetta di Montesiepi, costruita nel 1185, oltre alla spada conficcata nella roccia, conserva affreschi di Lorenzetti. Inoltre ci riporta indietro fino ai cavalieri Templari e il Sacro Graal, dal momento che la sua struttura e diversi segni ci riportano alla simbologia celtica ma anche ad Artù e ai suoi cavalieri; non si può negare che il nome Galgano abbia una notevole somiglianza con Galvano, uno dei cavalieri della Tavola Rotonda.
 
Non resta allora che andare a vedere per capire come mai San Galgano sia così magico. Le strutture ricettive nel comune di Chiusdino sono numerose e molto piacevoli: basti pensare che il mulino utilizzato anni fa per una famosa pubblicità di prodotti alimentari, è proprio qui!
Per essere sempre aggiornato sugli ultimi contenuti di DeAbyDay, clicca sulla nostra Homepage!
Hobby e tempo libero
SEGUICI